Dopo il successo di C'era una volta a…Hollywood che lo ha premiato con due Golden Globe e dieci nomination agli Oscar 2020, Quentin Tarantino torna al lavoro per realizzare una serie tv su Jake Cahill, il cowboy interpretato da Leonardo DiCaprio (nel film l'attore Rick Dalton). Si intitola Bounty Law e la speranza è che a riprendere le vicende del personaggio sia ancora una volta il divo di Hollywood, che in materia di serie tv ha già una certa esperienza. Agli inizi della sua carriera infatti, DiCaprio ha lavorato per diverse produzioni, come Lassie, Pappa e Ciccia, Brillantina e Genitori in blue jeans.

Lo spin-off si ispira alle vecchie serie western

A rompere il silenzio è lo stesso Tarantino in un'intervista al magazine americano Deadline, confermando che dirigerà tutti i cinque episodi dello spin-off, da 30 minuti ciascuno.

Lo voglio fare assolutamente, ma mi ci vorrà almeno un anno e mezzo. Lo show è già stato introdotto in C’era una volta a… Hollywood, ma non lo considero una parte vera e propria del film.

Il regista ha spiegato che l'ispirazione per il  nuovo lavoro è nata dalla passione per le vecchie serie western come Wanted: Dead or Alive, The Rifleman e Tales of Wells Fargo:

Mi piacevano anche prima, ma per preparare C’era una volta a… Hollywood mi sono appassionato ancora di più a quei telefilm. Guardi quelle puntate e pensi: c’è una densità narrativa altissima, in 22 minuti appena. Perciò mi sono chiesto: sarei in grado di farlo anch’io? Ho finito per scrivere cinque episodi da mezz’ora ciascuno. E sarò io a dirigerli tutti.

La serie scritta durante la produzione del film

Già a luglio dello scorso anno il regista aveva annunciato di voler dare vita ad una serie tv in bianco e nero. Allora, in un'intervista allo stesso magazine, Tarantino aveva svelato di aver impiegato più tempo del previsto a terminare C'era una volta a…Hollywood proprio perché era impegnato in altri progetti. Uno di questo era appunto lo spin-off su Jake Cahill:

Avevo due cose in mente su cui volevo lavorare e l'ho fatto in quel periodo. Ho scritto uno spettacolo teatrale e ho scritto cinque episodi di una serie tv. Si tratta di Bounty Law.

Nell'intervista però Tarantino non si era detto positivo sulla volontà di Leonardo DiCaprio di lavorare al suo progetto:

Non credo che Leonardo DiCaprio voglia fare una cosa del genere. Ingaggiare un altro attore? Se vuole farlo, sarebbe grandioso. Non sto pianificando niente, ma ho uno schema per altri tre episodi che probabilmente scriverò e poi cercherò di realizzarli. Dirigerò io ogni episodio. Si tratta di tre ore e mezzo. Non mi interessa farlo per Netflix, ma vorrei girare in pellicola. Showtime, HBO, Netflix, FX. Mi piace anche il fatto di aver costruito questa mitologia per Bounty Law e Jake Cahill.