107 CONDIVISIONI
30 Settembre 2013
10:01

Bridget Jones diventa vedova nel nuovo libro di Helen Fielding

La ricordavamo ossessionata dal peso e dall’amore per Mark Darcy, la ritroviamo vedova e madre di due figli: ecco un nuovo capitolo della vita di Bridget Jones.
107 CONDIVISIONI

"Il diario di Bridget Jones" e "Che pasticcio, Bridget Jones!", pubblicati rispettivamente nel 1995 e nel 1999, sono senza ombra di dubbio due tra i più grandi successi commerciali di sempre degli anni '90. La trasposizione cinematografica che ha portato tanta fortuna a Renée Zellwegger ha contribuito a proiettare il nome di Helen Fielding nell'Olimpo degli scrittori di massa che, a diciannove anni dal primo libro, ha deciso di riprendere le avventure della sua eroina. L'avevamo lasciata a contare le calorie, stando sempre attenta alla linea, un'ossessione che non è cambiata alla quale va ad aggiungersi quella per i followers su twitter. E l'amore? Quello non c'è più, o meglio c'è stato, visto che Mark Darcy, il suo più grande amore, scopriamo esser morto dopo esser diventato, finalmente,  suo marito.

E i fan si infuriano. Le indiscrezioni arrivate dall'editore della Fielding, Jonathan Cape, hanno fatto infuriare letteralmente i fan che ritengono l'uccisione di Mark Darcy, un po' come se Walt Disney avesse ucciso il principe azzurro nell favole. Alla base di questa scelta potrebbe aver influito la vita privata dell'autrice che, non è un caso, ha 55 ed è madre di due bambini e si è separata nel 2009. Che sia la sua vita quella di Bridget Jones?

107 CONDIVISIONI
Amanda Platell Vs Bridget Jones:
Amanda Platell Vs Bridget Jones: "Toy boy dopo i 50? Nulla di più falso"
Antonino Spinalbese ha un nuovo amore dopo Belén: il bacio con Helena Prestes di Pechino Express
Antonino Spinalbese ha un nuovo amore dopo Belén: il bacio con Helena Prestes di Pechino Express
Renée Zellweger si è rifatta, ma lei non lo ammette:
Renée Zellweger si è rifatta, ma lei non lo ammette: "Siete ingiusti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni