5 Settembre 2013
20:35

Bruce Willis contro i paparazzi: “Sono semplicemente la peste”

L’attore americano, durante la presentazione in Germania del suo nuovo film “Bad 2”, rilascia una dichiarazione non proprio tenera nei confronti dei paparazzi: “Sono come la peste, odio parlarne persino”.
A cura di Andrea Parrella

Non ha in serbo parole morbidissime Bruce Willis, l'attore statunitense protagonista di Pulp Fiction e altri film come Die Hard, nei confronti della stampa, o meglio dei paparazzi, oggetti con i quali le star di Hollywood e non solo hanno necessariamente esigenza di averci a che fare:  "Sono semplicemente la peste, dicono sia solo una parte dello showbusiness, e che fanno solo il loro lavoro, con cui danno da mangiare alle loro famiglie. Ma io odio persino parlare di loro". E' quanto il protagonista dell'ultimo film in uscita Red 2 ha detto alla stampa tedesca, il giornale Dpa, proprio in luogo della presentazione della pellicola in terra teutonica. Stiano attenti tutti i malcapitati fotografi che si troveranno ad avere a che fare con l'attore, che non sembra molto predisposto alla comprensione.

Bruce Willis lascia il cast de I mercenari 3, al suo posto Ford
Bruce Willis lascia il cast de I mercenari 3, al suo posto Ford
38.090 di Daniela Seclì
"Bruce Willis ha continuato a lavorare anche dopo la diagnosi di afasia"
“Red 2”, l’agente della CIA in pensione Bruce Willis si caccia di nuovo nei guai
“Red 2”, l’agente della CIA in pensione Bruce Willis si caccia di nuovo nei guai
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni