Nelle ultime ore si è scatenata un'incredibile bufera sull'attore americano Ezra Miller, noto per il ruolo di Flash in "Batman v Superman: Dawn of Justice", "Suicide Squad"  e Justice League" e per quello di Credence Barberbone in "Animali fantastici e dove trovarli". Al centro della polemica, un video circolato sabato e divenuto immediatamente virale in cui si vede Miller tentare, in apparenza, di strangolare una fan, mentre si trovava in Islanda. Su Twitter sono piovuti insulti, attacchi e critiche contro Miller, già definito da parecchi utenti di tutto il mondo (italiani compresi) come un esempio di "maschio tossico". Cos'è successo veramente? Sembra che la realtà sia molto più complessa di quanto mostrano le apparenze.

L'amico della fan di Ezra Miller spiega cos'è successo

A scatenare il tutto, è stato un dibattito sul sito Reddit, noto forum per appassionati di cultura pop. E, attenzione, è stato proprio un amico della ragazza in questione ad aprire la conversazione, spiegando che "Ezra Miller è in Islanda da diverse settimane. Eccolo mentre va fuori di testa dopo che la mia amica gli ha scherzosamente chiesto di combattere". Il resto del post pubblicato da questo utente, video compreso, non è più disponibile su Reddit perché lui stesso ha deciso di cancellarlo, ma appare chiaro che il tutto sarebbe nato da un scherzo, con la fan stessa che avrebbe chiesto a Miller di simulare una scena di lotta. Nel breve filmato, infatti, si sente l'attore dire "Vuoi combattere?".

Il video di Ezra Miller diventa virale

Il problema è che Miller ci ha messo un po' troppa enfasi, mettendo le mani intorno al collo della ragazza e spingendola a terra, tanto da scatenare la preoccupazione delle persone presenti, che sono intervenute. "Calma, fratello", si sente dire da qualcuno, forse l'autore stesso del filmato, prima che questo si interrompa. Insomma, l'attore non avrebbe avuto alcun intento criminale o violento, ma avrebbe semplicemente calcato un po' troppo la mano nella "finzione scenica". Non è ancora chiaro cosa sia accaduto dopo né se il fatto avrà delle conseguenze legali su Miller, che non ha commentato ufficialmente l'accaduto ed è diventato oggetto di moltissimi attacchi via social, con la diffusione del video in tutto il mondo.

Chi è Ezra Miller

Classe 1992, del New Jersey, Ezra Miller è figlio di un manager e di una ballerina. Ha esordito nel 2008 nel film "Afterschool" e si è fatto notare nei ruoli di un adolescente difficile e violento in "…e ora parliamo di Kevin", di Damien nella serie televisiva "Californication" e dello studente gay Patrick in "Noi siamo infinito". Si è definito "queer" e apertamente bisex ed è stato indagato dopo essere stato trovato in possesso di pochi grammi di marijuana nel 2011: l'accusa è caduta ed è stato condannato a una multa da 600 dollari. "Non sento il bisogno di nascondere il fatto che fumo una sostanza vegetale innocua che aumenta l'apprezzamento sensoriale", ha dichiarato.