Carlo Verdone in questi giorni è grande protagonista al Torino Film Festival, dov'è stato invitato in veste di "guest director" per proporre una rosa di film del cuore all'interno di una sezione intitolata "Cinque grandi emozioni". I titoli scelti dal regista romano sono "Viale del tramonto", "Ordet", "Divorzio all'italiana", "Oltre il giardino" e "Buon compleanno Mr. Grape". Proprio in merito a quest'ultimo, piccolo cult con Johnny Depp che fruttò a un giovanissimo Leonardo DiCaprio la sua prima nomination all'Oscar, Verdone ha raccontato un curioso retroscena inedito.

L'aneddoto di Carlo Verdone

Ospite su Tv2000 nel programma ‘Effetto notte’ (nella puntata in onda stasera, il 29 novembre alle 22.50), Verdon ha svelato che è stato lui a scegliere il titolo italiano del film, e probabilmente a contribuire al suo successo e alla notorietà di Depp e DiCaprio nel nostro Paese.

Un mio amico tornato da Londra mi disse di aver visto un film bellissimo, mi feci dire il titolo ‘What's eating Gilbert Grape’ che mi rimase impresso. Ma è un titolo intraducibile in italiano, significa ‘Cosa sta mangiando Gilbert Grape’. Di lì a poco Vittorio Cecchi Gori mi affidò, perché vedeva che avevo una grande passione, la programmazione del vecchio cinema Esperia, che io feci ribattezzare cinema Roma, che si trovata in Viale Trastevere a Piazza Sonnino. Mi disse di fare una programmazione con i film che aveva comprato o altri film. Andai nello scantinato da Cecchi Gori. C'erano 40 pellicole che aveva comprato e non erano mai uscite, mi ricordai il titolo che mi aveva detto l'amico di Londra e quando lo vidi il film rimasi incantato dall'interpretazione di Di Caprio e Johnny Depp, ma anche dalla regia e dalla storia. Così lo ribattezzai ‘Buon compleanno mr Grape’. L’ho programmato al cinema Roma dove ebbe un grande successo e in quel momento scoprimmo che stavano nascendo due grandi star sia Di Caprio che Johnny Depp, che furono grosse rivelazioni.

Buon compleanno Mr. Grape

Diretto da Lasse Hallström, "Buon compleanno Mr. Grape" racconta di una famiglia disfunzionale che vive nell'Iowa. È il giovane Gilbert Grape (Johnny Depp) a farsi carico di tutto: il ragazzo deve occuparsi della madre, obesa e incapace di muoversi, e soprattutto del fratello minore, affetto da autismo (Leonardo DiCaprio). Un giorno, nella vita di Gilbert arriva Becky (Juliette Lewis), di passaggio in città, con cui nasce una tenera storia d'amore. Il film ha lanciato il talento di DiCaprio, nominato a Oscar e Golden Globe e premiato con il Chicago Film Critics Association Award come miglior performance rivelazione.