Se è vero che esistono milioni di fan di Cenerentola e di Elsa, non si può negare che anche la bellissima Angelina Jolie abbia il suo esercito di appassionate e nemmeno che la futura Emma “Crudelia” Stone sia destinata inevitabilmente a incrementare col suo elegantissimo glam le file dei cosplayer. I villain sono trendy, inutile negarlo. Piacciono perché imperfetti, perché più umani degli eroi o dei vincenti: insomma, sono forse più alla nostra portata rispetto a un'eterea e iperbuona Biancaneve.

Un gioco a colpi di poteri oscuri

Per questo l'arrivo in Italia ad ottobre di Disney Villainous di Ravensburger sta già creando fermento nell'aria. Si tratta di un gioco di società, tra i più intriganti di sempre, che ti permette di vestire i panni di uno dei sei antagonisti Disney più famosi, di esercitare le sue incredibili arti malefiche e di dare vita ai piani più astuti per perseguire le trame più oscure. I sei temibili personaggi sono quelli che tutti conosciamo: Malefica, Ursula, Jafar, la Regina di Cuori, il Principe Giovanni e Capitan Uncino, e ciascuno di essi ha in mente qualcosa di assolutamente "terribile". Di sicuro Ursula vorrà riprendersi il controllo del Tridente di Re Tritone e Jafar quello del Genio della Lampada, ma con quali arguzie cercheranno di spuntarla sugli altri fellon del gioco? Tra carte, destino ed eroi, comunque vada, ad avere la meglio sarà uno dei sei terribili personaggi e questa è la vera rivincita di chi ha sempre dovuto assistere inerme al gran finale: "…E vissero per sempre felici e contenti".

Il magnetismo dei villain

Il fascino magnetico dei fellon ci attira come la luce per le falene o come il lato oscuro della Forza. Impossibile resistere, perché, diciamocelo, anche loro hanno da insegnarci qualcosa. Ci insegnano a mettere in campo ogni molecola e ogni cellula di noi stessi per raggiungere i nostri obiettivi (che poi siano discutibili, questo è un altro paio di maniche…), ci insegnano a distinguerci dalle "masse" per inseguire i sogni (o gli incubi), ci spronano a usare la materia grigia e ad agire. Insomma, i personaggi malvagi smuovono sempre le acque. Per questo, prima di metterci tutti a lottare l'uno contro l'altro a colpi di incantesimi, abbiamo pensato a una lotta fra villain per vedere nelle varie "discipline" chi la potrebbe spuntare.

L'alloro per la simpatia

La simpatia in un antagonista potrebbe essere una debolezza, e forse dovremmo decretare solo il più antipatico, ma tra noi e i personaggi più perfidi di ogni storia fiabesca che si rispetti c'è attrazione e affetto, perciò non possiamo non trovarli anche simpatici. Scar, l'indolente fratello ripudiato del Re Leone, può contendere lo scettro all'imbranato e avido Principe Giovanni di Robin Hood, o all'ossessivo-compulsivo Capitan Uncino e al suo aiutante Spugna.

L'alloro per la antipatia

L'elenco dei cattivi che si meriterebbero la Medaglia d'oro dell’antipatia – per ovvi motivi – potrebbe essere molto lungo, ma diciamo che le prime posizioni se le contendono quella simpaticona di Lady Tremaine, la matrigna di Cenerentola, che fa di tutto per intristire la sua figliastra e Lotso, il perfido doppiogiochista capo dell'asilo di Sunnyside in Toy Story 3: davvero non si può perdonare la malvagità a un peluche rosa! L'alloro per l'incredibile sfortuna La sfortuna ha decretato la sconfitta di molti villain, ma qualcuno è stato oggetto di vere e proprie persecuzioni. Il podio tra i cattivi più scalognati se lo contendono certamente Capitan Uncino, Maga Magò e Ade, l'antagonista di Hercules.

L'alloro per la bruttezza

Sui brutti ci si divide. Il vecchio detto “non è bello ciò che è bello, ma solo ciò che piace” è valido anche in questo particolare contest. Una medaglia a pari merito secondo noi va a Maga Magò con il suo trasandato outfit secolare e all'infuocato e tenebroso Ade, coi suoi denti "affila-coltelli". Sei d'accordo?

L'alloro per la crudeltà

Qui scoppierà il dibattito tra i fan. Dato che tutti sono malvagi, abbiamo pensato che questa si dovesse misurare in base all'oggetto sul quale si esercita l'atto di crudeltà. E quando i villain vanno contro agli innocenti, diciamo che sono proprio proprio crudeli. Per noi l'alloro va alla nevrotica Crudelia de Mon, che si accanisce contro cento piccoli cuccioli dalmata, e a Malefica che scaglia le sue maledizioni contro una bimba innocente.

Chi è, alla fine, il più potente?

Lo scettro è ancora suo: Malefica è davvero una creatura potentissima, incarnazione del Male, in grado di fare moltissime cose. Controlla la natura, il fuoco e gli agenti atmosferici, scaglia saette e forma tempeste gelide e poi muta forma con facilità fino a diventare anche drago. Insomma, secondo noi neanche un dio come Ade potrebbe competere.