Come ogni anno, il Comic Con di San Diego regala grandi notizie. La più stupefacente dell'edizione 2019 è quella che vede protagonista Natalie Portman: l'attrice tornerà in un cinecomic Marvel ma, a gran sorpresa nei panni di Thor. La trasformazione nell'Avenger di Asgard avverrà nel quarto film dedicato, che uscirà nel 2021 e si intitolerà "Thor: Love And Thunder".

Natalie Portman nei panni di Thor e Jane Foster

Bellissimo il momento andato in scena al Comic Con, col regista Taika Waititi che ha consegnato ufficialmente il martello di Thor alla Portman. Vediamo dunque di fare un po' di chiarezza. L'attrice israeliana è già apparsa nei primi due "Thor", nel ruolo della scienziata Jane Foster, ma ha poi preferito distaccarsi dalla saga: significativa la sua assenza nel terzo episodio "Thor: Ragnarok", mentre la sua apparizione in "Avengers: Endgame" è stato un brevissimo cameo. Il quarto film, invece, segnerà il suo ritorno nei panni della brillante astrofisica sentimentalmente legata al biondo supereroe. In "Thor: Love And Thunder" naturalmente rivedremo Chris Hemsworth di nuovo nei panni del dio del tuono. Jane, però, diventerà la nuova Thor e acquisirà la capacità di sollevare il martello Mjolnir.

Perché vedremo un Thor donna

La svolta è perfetta in un'era in cui il cinema è sempre più femminista e inclusivo. E non si pensi a un colpo di scena forzato frutto dei tempi del MeToo. La trasformazione di Jane in Thor segue semplicemente la linea narrativa dei fumetti originali. "Thor: Love And Thunder" è infatti ispirato a "The Mighty Thor" di Jason Aaron, in cui la Foster ottiene i superpoteri del compagno quando lui perde la facoltà di brandire Mjolnir e ne diventa la degna sostituta. Il nuovo film uscirà nelle sale americane il 5 novembre 2021 e vedrà nel cast anche Tessa Thompson, nuovamente nei panni di Valchiria.