video suggerito
video suggerito

Controllare il Parkinson con uno smartwatch, sodalizio tra Intel e Michael J. Fox

La Intel ha annunciato una partnership con la fondazione di Michael J. Fox per la ricerca sul morbo di Parkinson. Obiettivo degli interventi è quello di creare una nuova tecnologia in grado di monitorare l’evoluzione della malattia attraverso applicazioni e dispositivi come gli smartwatch.
17 CONDIVISIONI
Immagine

Sconfiggere il Parkinson attraverso l'uso di una tecnologia super intelligente. Non è una chimera, ma quanto si propone di fare la nuova partnership che la Intel ha annunciato con la fondazione di Michael J. Fox per la ricerca sul morbo di Parkinson. L'attore è uno dei malati di Parkinson più noti e tra i più attivi per la ricerca di una cura, l'obiettivo di questo nuovo accordo è quello di creare una serie di dispositivi indossabili in grado di monitorare la malattia, la sua evoluzione grazie all'utilizzo di hardware e software messi a disposizione proprio dalla casa hi-tech statunitense. L'accordo avrebbe avuto un'accelerazione dopo la scioccante morte di Robin Williams, seguite dalle rivelazioni di sua moglie, circa il fatto che l'attore aveva scoperto da poco di soffrire della stessa malattia di Michael J. Fox.

L'idea è quella di creare uno smartwatch in grado di monitorare tutti segnali del corpo, tutti dati che saranno inviati in tempo reale ad una squadra in grado di analizzare lo stato di salute delle persone colpite dal Parkinson in tutto il mondo (sono 6 milioni di persone che oggi convivono con questa malattia). Michael J. Fox annunciò pubblicamente la malattia nel 1998, dichiarando di esserne a conoscenza già 7 anni prima. La sua fondazione è stata inaugurata nel 2000, due mesi dopo la decisione dell'attore di ritirarsi dalle scene. La speranza che uno smartwatch intorno al polso possa effettivamente risultare efficiente nello studiare come evolve la malattia, è alta e da parte della Intel è stata espressa grandissima soddisfazione per poter mettere il proprio know-how a disposizione di una causa così nobile ed importante.

Non solo Intel, ma anche Apple sta lavorando con diversi operatori per cercare di portare negli ospedali un particolare sistema di monitoraggio che ha già un nome: l'HealthKit. Un sistema che sarà integrato ad i prossimi sistemi operativi Apple, da Yosemite a iOS 8, e che dialogherà con tutti i dispositivi di prossima generazione della casa di Cupertino.

17 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views