L’australiano Garth Davis, nel 2016, sbarcava al cinema con “Lion – La strada verso casa”, commovente pellicola basata sul libro di memorie “La lunga strada per tornare a casa”, di Saroo Brierley. Il film racconta la storia vera di Saroo, un bambino che viene separato dalla sua famiglia per essere adottato da una coppia australiana. Da adulto, però, andrà in cerca dei suoi familiari con l'aiuto di Google Earth. Il protagonista è Dev Patel, ma nel ricchissimo cast  ci sono anche Nicole Kidman, Rooney Mara e David Wenham. La pellicola è stata candidata a 6 Oscar, tra cui Miglior film, e ha vinto 2 BAFTA (Miglior attore non protagonista a Dev Patel e Miglior sceneggiatura non originale a Luke Davies) ma ci sono 5 curiosità che dovete sapere.

1. Dev Patel ha trasformato il suo fisico per il ruolo di Saroo

Dev Patel ha dovuto trasformare completamente il suo fisico per interpretare il ruolo di Saroo. Negli 8 mesi che precedevano le riprese, l’attore si è allenato costantemente in palestra e ha seguito un regime alimentare molto rigido; si è fatto crescere la barba e ha dovuto imparare l’accento australiano, con inflessioni dialettali della Tasmania.

2. Nicole Kidman è stata scelta dalla vera Sue Brierley

Nicole Kidman è stata scelta direttamente dalla vera Sue Brierley, madre adottiva di Saroo, che ha suggerito alla produzione di assoldarla. Le due si sono incontrate poi nell’appartamento della Kidman, a Sydney per discutere del ruolo e sono entrate subito in sintonia perché entrambe amano in egual misura i loro figli adottivi e quelli biologici.

3. Il ponte Howrah è stato chiuso per girare una scena

Il famoso ponte Howrah è stato chiuso dalla produzione del film per girare una singola scena. La struttura rappresenta l’arteria principale del Bengala Occidentale ed è altamente trafficata a tutte le ore. Si è trattato di un’operazione non semplice dato che era anche la prima volta che il ponte veniva chiuso al pubblico.

4. Sia e il singolo “Never Give Up”

La cantautrice australiana Sia ha composto, appositamente per il film, il brano “Never Give Up”, prodotto da Greg Kurstin, e pubblicato il 18 novembre 2016 come singolo promozionale.

5. Il supporto di Google

Google ha aiutato tantissimo la produzione, fornendogli anche l’accesso alle immagini satellitari da utilizzare nella pellicola, prese da Google Earth e adeguate alle date desiderate.