29 Agosto 2013
16:50

Da Venezia, Friedkin contro gli Usa: “Siamo in via d’estinzione”

Il “Leone d’Oro” in conferenza stampa non le manda a dire sulla delicata situazione geopolitica attuale: “Il mondo è al limite dell’estinzione, l’America minaccia la Siria, l’Iran minaccia Israele, e così via: ci servirebbe un nuovo Ghandi”.

William Friedkin è a Venezia 70. Oggi ritirerà il Leone d'Oro alla carriera, ma dalla conferenza stampa spende parole durissime nei confronti degli Usa: "Non possono essere il poliziotto del mondo". Il riferimento è, chiaramente, alla delicata questione siriana, con Barack Obama pronto a prendere la drastica decisione di attaccare e rovesciare il regime di Assad. Ma non solo la questione politica è nei "cattivi pensieri" di Friedkin, perché ne ha anche per il sistema Hollywood, visto come "un casino dove ci sono solo scuole di cinema: lasciatele, perché il cinema si impara facendolo e vedendolo".

Il mondo è in via di estinzione. Non c'è nessuno con una tuta pronto a salvarci, non esiste un Batman o un Superman. L'America minaccia la Siria, l'Iran minaccia Israele, e così via. Ora esiste la bomba atomica, bisogna solo sperare che non ci sia un pazzo che voglia usarla. Quando vedo che il nostro governo minaccia un altro Paese, un altro governo, io mi vergogno.

Friedkin: Leone d'Oro alla carriera
Friedkin: Leone d'Oro alla carriera
11.722 di Cultura Fanpage
Venezia 70: a William Friedkin il Leone d'Oro alla Carriera
Venezia 70: a William Friedkin il Leone d'Oro alla Carriera
È morto di Covid Gary Friedkin, attore in Happy Days
È morto di Covid Gary Friedkin, attore in Happy Days
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni