Il bellissimo trailer de "Lo chiamavano Jeeg Robot", oltre a farci esaltare ogni muscolo del corpo dall'attesa, ci restituisce una graditissima sorpresa: la promettente performance di Ilenia Pastorelli. Come? Non la ricordate? È stata una delle poche note positive della dodicesima edizione del Grande Fratello, nota per la relazione cha avuto prima dentro e poi fuori dalla Casa, con il rugbista Rudolf Mernone. Quattro anni dopo ce la ritroviamo in quello che è il film italiano più atteso dell'anno, una pellicola che promette di tracciare un nuovo solco nella cinematografia del Belpaese. "È un film bellissimo e unico, come in Italia non se ne sono mai fatti", così Claudio Santamaria ospite nella redazione di Fanpage.it. Nel film di Gabriele Mainetti il concetto di supereroe viene completamente ribaltato. Alessia racconta il suo personaggio a ViviRoma Magazine:

Alessia (il mio personaggio) è molto complicata, ha avuto una vita molto complicata, densa di sofferenze e drammi ma nonostante ciò ride molto, quindi interpretarla è stato uno studio su di me e su di lei continuo. Tra le varie difficoltà le maggiori sono state cambiare spesso repentinamente emozione, come Alessia, ma in assoluto la sfida più grande (per me che non avevo mai fatto questo lavoro) è stata piangere veramente e come una bambina davanti a tutte le persone del set, è stato come spogliarsi nuda davanti a tutti. Ho avuto la fortuna di lavorare con Santamaria e Marinelli quindi sinceramente cercavo di imparare il più possibile, erano tutti fantastici, compreso il truccatore e il parrucchiere che la mattina mi facevano subito sorridere.

"Senza il Grande Fratello non avrei fatto nessun film"

Via le ipocrisie: Ilenia Pastorelli ammette che senza la partecipazione al Grande Fratello non sarebbe mai potuta arrivare ad una produzione così importante. Uno dei due sceneggiatori del film ha consigliato di puntare su di lei proprio perché aveva visto le puntate di quella edizione del Grande Fratello

I Reality hanno un loro ruolo, sono seguiti da molte persone, ma c’è molta ipocrisia nel mondo dello spettacolo riguardo questi format, io sinceramente se non avessi fatto il Grande Fratello non credo neanche che mi sarei trovata oggi a fare questa intervista. Infatti Nicola Guaglianone uno dei due sceneggiatori ha seguito delle puntate della mia edizione ed è stato lui a suggerire al regista di farmi il provino, i Reality dunque possono dare delle opportunità che bisogna però saper coglier con umiltà e coraggio. Penso anche che nel mio caso stare cinque mesi in una casa che ha telecamere ovunque che seguono ogni tuo passo, mi abbia anche aiutato al cinema, infatti “sento” la telecamera, ma non mi crea nessun imbarazzo.

Il film, distribuito da Lucky Red e presentato in anteprima alla decima edizione della Festa del Cinema di Roma e al Lucca Comics 2015, arriverà nelle sale italiane il 25 febbraio 2016.