2.041 CONDIVISIONI
11 Maggio 2021
22:38

David 2021 miglior attrice, la vincitrice è Sophia Loren: “Senza cinema non posso vivere”

Standing ovation per Sophia Loren che dopo dieci anni di assenza dallo schermo vince il David di Donatello nella categoria dedicata alla Miglior attrice, per il suo ruolo nel film “La vita davanti a sé” diretto dal figlio Edoardo Ponti. L’attrice è salita sul palco con la voce spezzata dall’emozione: “Difficile credere che la prima volta che ho ricevuto un David sia stato più di 60 anni fa, ma stasera sembra di nuovo la prima volta. L’emozione e la gioia sono le stesse e anche di più”.
A cura di Ilaria Costabile
2.041 CONDIVISIONI

La 66esima edizione dei David di Donatello, in presenza dopo la cerimonia dello scorso anno, durante la quale Carlo Conti si trovò ad annunciare la vittoria nelle consuete categorie da remoto, ha visto trionfare Sophia Loren nella categoria dedicata alla miglior attrice protagonista, per il film "La vita davanti a sé", di Edoardo Ponti. A contendersi il premio vi erano altri grandi nomi del cinema italiano, distintisi per le loro performance in altre pellicole che hanno segnato quest'anno cinematografico piuttosto particolare, perlopiù lontano dalla sala.

Le parole di Sophia Loren alla consegna del premio

Con 7 candidature, un David speciale e un David alla carriera, Sophia Loren vince il David di Donatello nella categoria dedicata alla miglior attrice protagonista, per il suo ruolo nel film diretto dal figlio Edoardo Ponti "La vita davanti a sé". Un'emozione unica per l'attrice volto simbolo del cinema italiano, che è salita sul palco a ritirare il premio con la voce spezzata dalla commozione. Ecco il suo discorso di ringraziamento:

È difficile credere che la prima volta che ho ricevuto un David sia stato più di 60 anni fa, ma stasera sembra di nuovo la prima volta. Vi ringrazio davvero per questo applauso meraviglio, ma l'emozione e la gioia sono le stesse e anche di più. Ringrazio per tutto il loro supporto e impegno la nostra fantastica squadra di produzione Palomar, che ha prodotto il film, così come Netflix. Condivido il premio con tutto il cast e specialmente il protagonista con me, un bambino meraviglioso, un giovane attore di grande talento che è in questo film è davvero magico e infine il mio regista Edoardo, la sua sensibilità ha dato vita e anima a questo film e al mio personaggio. Per questo io anche a mio figlio sono veramente grata perché è un uomo meraviglioso e ha fatto un film davvero bello. Forse sarà il mio ultimo, ma anche dopo tanti film ho ancora voglia di raccontare storie meravigliose perché senza cinema io non posso vivere.

Le altre candidate al premio come miglior attrice

Cinque donne grandi personalità del cinema italiano si sono contese il titolo di miglior attrice, protagoniste di pellicole che hanno conquistato il pubblico, che in alcuni casi ha potuto godere delle loro interpretazioni direttamente in sala, mentre per alcuni titoli la visione è stata prevalentemente in streaming. Oltre a ..che ha conquistato la vittoria del premio, troviamo Vittoria Puccini con il suo ruolo toccante e struggente in "18 regali". Convincente anche Paola Cortellesi in "Figli", dove ha sdoganato la figura della madre sempre devota, abbandonandosi alla necessità di raccontare la verità che si cela dietro ogni rapporto familiare. Ancora un dramma familiare quello che vede al centro Alba Rorhwacher che ha interpretato magistralmente la Lidia di "Lacci" di Daniele Lucchetti. Infine, Micaela Ramazzotti, fragile e timorosa ne "Gli Anni più belli".

2.041 CONDIVISIONI
L'emozione di Sophia Loren, la tenerezza di Emma Torre: i David sono stati meglio degli Oscar
L'emozione di Sophia Loren, la tenerezza di Emma Torre: i David sono stati meglio degli Oscar
Sophia Loren premiata con il Visionary Award dal Museo dell'Academy
Sophia Loren premiata con il Visionary Award dal Museo dell'Academy
Nastro di platino a Sophia Loren per "La vita davanti a sé"
Nastro di platino a Sophia Loren per "La vita davanti a sé"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni