Demi Moore è una delle attrici più note di Hollywood, con una vita segnata da eventi a dir poco significativi, che l'interprete di Ghost ha deciso ha di raccontare in un'autobiografia dal titolo "Inside Out" che uscirà in America il 24 settembre. In un'intervista rilasciata al New York Times la star anticipa quelli che sono i punti salienti del suo libro.

Un'infanzia difficile

L'attrice si racconta senza filtri, scrivendo un'autobiografia che racconta la sua vita in ogni dettaglio, anche quello più nascosto e rintanato trai i ricordi dolorosi. Nel libro, infatti, sono ricordati e descritti dei momenti che mai erano stati condivisi in pubblico, momenti intimi delicati di cui Demi Moore ha deciso di parlare senza più remore e alla testata americana rivela le motivazioni che l'hanno portata a scrivere "Inside Out": "Inside Out è una storia di sopravvivenza, successo e resa, oltre che di resilienza. È eccitante, eppure mi sento molto vulnerabile. Non è l'interpretazione di me fatta da qualcun altro". L'attrice confessa di aver avuto un'infanzia difficile, alle prese con una madre non del tutto stabile, che spesse volte ha tentato il suicidio, e un'adolescenza altrettanto tormentata, segnata da uno stupro subito a 15 anni e una fuga da casa a 16, come racconta lei stessa:

Quando ero ancora bambina ho dovuto estrarre le pillole dalla bocca di mia madre con le mie piccole dita, prima che le ingoiasse, mentre mio padre la teneva aperta e mi diceva come fare… Qualcosa di molto importante stava succedendo. La mia infanzia era finita. Il giorno dopo il mio sedicesimo compleanno decisi di andare a vivere con un chitarrista. 

I matrimoni di Demi Moore

La vita sentimentale di Demi Moore, come hanno documentato le cronache rosa americane, è stata piuttosto movimentata. Il primo matrimonio risale ai suoi 18 anni, con il musicista rock Freddy Moore, finito nel 1984. Qualche anno dopo, avviene l'incontro con Bruce Willis, che la porterà nuovamente all'altare con un matrimonio durato ben 23 anni, dal 1987 al 2000; l'ultima unione è stata quella con Ashton Kutcher dal 2005 al 2013. Proprio durante quest'ultima relazione, si è verificato un evento piuttosto spiacevole, ovvero la perdita di un bambino, che ha gettato nuovamente nel tunnel di alcol e droga l'attrice, portando il rapporto ad una profonda crisi nel 2011, con un conseguente divorzio nel 2013:

Avevamo appena iniziato a uscire insieme, era il 2003, io avevo 42 anni e lui 15 di meno, sono rimasta incinta poco dopo, di una bambina, a cui avremmo voluto dare il nome di Chaplin Ray, ma al sesto mese di gravidanza ho avuto un aborto spontaneo. Con lui ho comunque vissuto la mia giovinezza più di quanto non l'abbia vissuta quando avevo davvero 20 anni…"

La dipendenza da droghe

La dipendenza da sostanze stupefacenti le ha causato vari problemi e nel 2012 ha rischiato davvero di star male, dopo aver fumato cannabis sintetica e inalato ossido di azoto. In seguito a questa esperienza fu costretta a ricoverarsi in una clinica per riabilitarsi, ma adesso confessa: "Parte della mia vita stava andando chiaramente a rotoli. Ora sono pulita, ma allora non avevo una carriera né una relazione stabile”.