2 Gennaio 2017
15:00

Disney risarcita con 50 milioni di dollari per la morte di Carrie Fisher

La casa di Topolino è pronta a riscuotere il più grande premio assicurativo della storia cinematografica, dal momento che l’attrice è scomparsa prima di poter girare il nono episodio della saga di Star Wars.
A cura di Valeria Morini

La morte di Carrie Fisher ha scioccato milioni di fan di Star Wars in tutto il mondo, ma frutterà a Disney la bellezza di 50 milioni di dollari (circa 48 milioni di euro). Tale è la cifra che la casa di Topolino, che produce e distribuisce i nuovi film della saga, dovrebbe ricevere come risarcimento assicurativo dopo la scomparsa dell'attrice, interprete della principessa Leia. Per il ritorno della Fisher in Guerre stellari, a partire dal settimo episodio "Il risveglio della Forza" (2015), la potente casa cinematografica ha infatti stipulato una polizza con i Lloyds di Londra per tutelarsi nel caso la star non fosse stata in grado di ultimare la nuova trilogia.

La Fisher è riuscita a concludere le riprese sul set di Star Wars – Episodio VIII, tra i film più attesi del 2017 previsto in uscita il 14 dicembre. La rivedremo dunque nei panni di Leia, in una interpretazione postuma che, ne siamo certi, sarà l'elemento più atteso del film. Sfortunatamente, però, non ha potuto prendere parte alla lavorazione di Episodio IX (in sala nel 2019), il cui inizio è programmato per la prossima primavera. Non è ancora chiaro se anche il personaggio morirà, o se verrà tenuto in vita grazie alla tecnologia dell'animazione in CGI, com'è stato fatto nello spin off  Rogue One – A Star Wars Story  per Grand Moff Tarkin/Peter Cushing e per la stessa Fisher, miracolosamente ringiovanita grazie ai prodigi della tecnica.

La morte di Carrie Fisher

Carrie Fisher è morta a soli 60 anni il 27 dicembre, a causa di un infarto che l'aveva colpita in aereo pochi giorni prima. Tantissimi fan si sono mobilitati per rendere omaggio alla mitica principessa, attrice cult anche in film come Harry ti presento Sally e The Blues Brothers, mentre l'intero cast di Star Wars ha voluto esprimere cordoglio e la sua storica doppiatrice Ottavia Piccolo l'ha ricordata ai microfoni di Fanpage.it. La sua scomparsa è stata resa ancora più drammatica dalla morte della madre Debbie Reynolds, anche lei grande attrice nota per "Cantando sotto la pioggia", che non ha retto al dolore e si è spenta a 84 anni appena due giorni dopo.

Autopsia sul corpo di Carrie Fisher, le cause della morte restano ignote
Autopsia sul corpo di Carrie Fisher, le cause della morte restano ignote
Debbie Reynolds, la madre di Carrie Fisher distrutta:
Debbie Reynolds, la madre di Carrie Fisher distrutta: "Grazie a tutti i fan"
Morte Carrie Fisher, l'urna con le sue ceneri è una pillola di Prozac gigante
Morte Carrie Fisher, l'urna con le sue ceneri è una pillola di Prozac gigante
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni