Risale a poche ore fa l'annuncio della morte di Rocky Johnson, pugile e lottatore di wrestling, nonché padre di Dwayne Johnson, che ha seguito le sue orme per poi diventare una star del cinema. Proprio l'attore, amatissimo negli Stati Uniti e in quella rosa di papabili celebrità di Hollywood più volte accostate a un'ipotetica corsa per la Casa Bianca, ha voluto ricordare e ringraziare suo padre con un lungo messaggio su Instagram: "Ti voglio bene – ha scritto – Hai superato le barriere del colore, diventando una leggenda del ring e lasciando il segno in questo mondo". Per poi continuare così:

Ero il ragazzino seduto sugli spalti, che ti osservava e adorava, il mio eroe da distante. Il ragazzino che hai cresciuto per essere sempre orgoglioso della nostra cultura e di chi sono o cosa faccio. Il ragazzo che hai cresciuto con l'amore più duro. L'intenso lavoro. La mano dura. Il ragazzo adorante che voleva solo sapere le tue qualità migliori. Che allora è cresciuto per diventare un uomo in grado di rendersi conto che avevi degli altri lati profondamente complessi che bisognava accettare e capire. Ed è allora che la mia adorazione si è trasformata in rispetto. E la mia empatia è diventata gratitudine. Grato che mi hai dato la vita. Grato che mi hai trasmesso delle lezioni di vita inestimabili. Papà, avrei voluto avere un'altra occasione in più per dirti che ti voglio bene prima che andassi dall'altra parte. Ma tu mi sei stato strappato via così velocemente senza nessun avvertimento. Andato in un istante e senza tornare indietro".

Johnson non nega che sta vivendo un momento molto complesso: "Sto soffrendo, ma sappiamo entrambi che è solo dolore a passerà". Ripromettendosi di portare avanti per sempre i suoi insegnamenti, Dwayne Johnson ha concluso: "Ti voglio bene e sarò sempre orgoglioso e grato di essere tuo figlio".

I love you. You broke color barriers, became a ring legend and trail blazed your way thru this world. I was the boy sitting in the seats, watching and adoring you, my hero from afar. The boy you raised to always be proud of our cultures and proud of who and what I am. The boy you raised with the toughest of love. The intense work. The hard hand. The adoring boy who wanted to know only your best qualities. Who then grew to become a man realizing you had other deeply complicated sides that needed to be held and understood. Son to father. Man to man. That’s when my adoration turned to respect. And my empathy turned to gratitude. Grateful that you gave me life. Grateful you gave me life’s invaluable lessons. Dad, I wish I had one more shot to tell you, I love you, before you crossed over to the other side. But you were ripped away from me so fast without warning. Gone in an instant and no coming back. Im in pain. But we both know it’s just pain and it’ll pass. Now I’ll carry your mana and work ethic with me, as it’s time to move on because I have my family to feed and work to accomplish. Finally, I want you to rest your trailblazing soul, Soulman. Pain free, regret free, satisfied and at ease. You lived a very full, very hard, barrier breaking life and left it all in the ring. I love you dad and I’ll always be your proud and grateful son. Go rest high. #ripsoulman #rockyjohnson 🐐

A post shared by therock (@therock) on

Rocky Johnson è morto all'età di 75 anni. Pugile e wrestler leggendario. L'attore si trovava in Messico, nello stato di Jalisco, al momento della morte del padre. Di origini canadesi, Rocky Johnson era stato inserito nella Hall of Fame della WWE, la federazione di wrestling più importante e famosa al mondo, proprio da suo figlio "The Rock" nel 2008. Ad annunciare la morte del lottatore, la redazione del Bleacher Report. Nella sua carriera ha anche lottato in maschera con lo pseudonimo di Sweet Ebony Diamond.

Chi era Rocky Johnson

Nato Wayde Douglas Bowles ad Amherst, nella Nuova Scozia canadese, Rocky Johnson è stato un wrestler leggendario. Ha fatto parte della NWA per venti anni, dagli anni '60 agli anni '80. Con Tony Atlas ha formato i Soul Patrol, il primo tag team di colore a vincere la cintura. Dal 2008 nella Hall of Fame, inserito proprio da suo figlio The Rock. Rocky Johnson si ritira dal mondo del wrestling nel 1991. Sposò la sorella di un compagno di lotta, Ata Maivia, nel 1971. L'anno successivo nasce Dwayne Johnson.