Una veterana del palcoscenico, star della tv e del cinema. È morta a 86 anni Zoe Caldwell, l'attrice australiana che vinse quattro volte il Tony Awards, prestigioso riconoscimento di Broadway. Tre come migliore attrice protagonista per ‘Gli anni fulgenti di Miss Jean Brodie' (1968), ‘Medea' (1982) e ‘Master Class' (1996), in cui interpretava Maria Callas, e uno alla migliore attrice non protagonista per ‘Slapstick Tragedy' nel 1966. L'attrice soffriva da tempo soffriva da tempo di Parkinson, ha fatto sapere il figlio Charlie Whitehead, e a causa di alcune complicazioni è morta lo scorso 16 febbraio nella sua casa di Pound Ridge, a New York.

La carriera di Zoe Caldwell

Nel corso dei suoi 45 anni di carriera, l'attrice australiana di Broadway è comparsa con grandi lavori anche sul grande schermo, dal film ‘La rosa purpurea del Cairo', di Woody Allen, al film di animazione Disney ‘Lilo & Stitch', in cui ha dato voce all'aliena Presidentessa del Consiglio. Nata a Melbourne, l'attrice entra in contatto con il teatro in Australia e negli anni '50 si sposta a Londra per entrare a far parte della Royal Shakespeare Company e pochi anni dopo, arriva il debutto a Broadway. Zoe Caldwell sarà sempre ricordata per aver interpretato la grande Maria Callas in ‘McNally’s Master Class', un ruolo di cui Tyne Daly nel 2011 ha portato in scena un revival. Tra le apparizioni nei telefilm ha recitato invece nell'adattamento di opere di Shakespeare, ‘Macbeth' e ‘Sogno di una notte di mezza estate'. Mentre il suo ultimo riconoscimento è stato per il ruolo della nonna di Oskar (Thomas Horn), nel film drammatico ‘Molto forte, incredibilmente vicino', del 2011. Nel 1968 ha sposato il produttore teatrale Robert Whitehead, al suo fianco fino alla morte, nel 2002, e insieme hanno avuto due figli, Charles e William.