Mercoledì 1 maggio, è morta l’attrice Alessandra Panaro. Aveva 79 anni. A dicembre avrebbe festeggiato gli 80 anni. A dare la notizia è stata l’Ansa, che cita fonti vicine alla famiglia dell’attrice. Protagonista di film iconici come ‘Poveri ma belli’ di Dino Risi, si è spenta a Ginevra. Da settimane sembra fosse ricoverata in una clinica svizzera. Ha raggiunto la fama grazie alle sue doti artistiche e a quell’immagine di ragazza acqua e sapone, che l'ha fatta entrare nel cuore degli italiani. Nel corso della sua carriera ha lavorato anche con Totò.

La carriera di Alessandra Panaro

Erano gli anni '50 quando Dino Risi notò Alessandra Panaro e la volle tra i protagonisti della serie di film che narravano le vicende di due amiche follemente innamorate l'una del fratello dell'altra. Così, l'attrice prese parte alle pellicole ‘Poveri ma belli', ‘Belle ma povere' e ‘Poveri milionari', uscite tra il 1956 e il 1959. Alessandra Panaro iniziò una lunga collaborazione con la collega Lorella De Luca, protagonista con lei nei film di Risi. Infatti, lavorarono insieme anche come vallette per Mario Riva. Tra i film a cui ha preso parte ricordiamo: ‘Lazzarella' di Carlo Ludovico Bragaglia, ‘Totò, Peppino e le fanatiche' di Mario Mattoli, ‘Cerasella' di Raffaello Matarazzo, ‘Rocco e i suoi fratelli' di Luchino Visconti, ‘Le baccanti' di Giorgio Ferroni, ‘La madama' di Duccio Tessari. Più di recente, ha preso parte al film ‘La notte è piccola per noi' diretto da Gianfrancesco Lazotti, uscito nelle sale lo scorso marzo.

Nella sua vita privata due grandi amori

La vita privata di Alessandra Panaro è stata scandita da due grandi amori. La prima volta che ha indossato l'abito bianco è stata con Jean – Pierre Sabet, un uomo estraneo al mondo dello spettacolo, faceva infatti il banchiere. Si è spento nel 1983. L'attrice, poi, ha ritrovato l'amore al fianco dell'attore Giancarlo Sbragia, di cui è rimasta vedova nel 1994.