È morto a 60 anni l’attore italo – americano Brian Tarantina, noto per avere partecipato alle riprese di film quali Carlito's Way, Donnie Brasco e Il talento di Mr. Ripley. Secondo quanto riporta il sito Tmz che ha dato la notizia della morte, potrebbe essersi trattato di una overdose. Sul luogo del decesso, accanto al corpo senza vita dell’attore, sarebbe stata ritrovata una sostanza bianca.

Il ritrovamento del corpo di Brian Tarantina

Nella notizia del decesso, Tmz scrive che fonti interne alle forze dell’ordine hanno riferito che il corpo dell’attore sarebbe stato trovato privo di vita nelle prime ore di sabato 2 novembre nel suo appartamento di Manhattan e che la morte potrebbe essere attribuibile a una overdose. Sarebbe stata una nipote dell’attore a contattare i soccorsi dopo essere arrivata a casa dello zio e averlo ritrovato immobile sul divano. I soccorsi arrivati sul posto avrebbero ritrovato una sostanza bianca non ancora identificata accanto al corpo dell’attore, dichiarato morto sul luogo del ritrovamento del corpo. Sulla salma sarà praticata un'autopsia che chiarirà le cause del decesso.

La carriera di Brian Tarantina

Dopo avere esordito nel film Cotton Club di Francis Ford Coppola a 25 anni, Tarantina aveva partecipato alle riprese di numerose pellicole per il grande schermo, interpretando per lo più ruoli minori e personaggi dalla forte connotazione negativa, quasi sempre gangster italo-americani come in Carlito’s Way e Donnie Brasco. Diverse le serie tv alle quali ha collaborato, da E.R. – Medici in prima linea a Una mamma per amica e I Soprano. A gennaio del 2019, nel corso della 25esima edizione dei SAG Awards, era salito sul palco insieme ai colleghi di set per ritirare il premio per il Miglior Cast d'Insieme in una serie comedy.