Molti sono i film che hanno avuto come protagonisti degli animali, il più delle volte domestici, che in un modo o nell'altro hanno aiutato i loro padroni a cambiare la loro vita. Ed ecco che nella giornata di ieri, 15 giugno 2020, è morto Bob, il gatto rosso che ha ispirato il romanzo "A streetcat named Bob" diventato un film omonimo nel 2016, che in Italia è conosciuto con il titolo di "A spasso con Bob". Il romanzo è diventato un best seller soprattutto nel Regno Unito e racconta della storia del piccolo felino e di James Bowen un senzatetto poi diventato autore del su citato romanzo. È

Il commovente addio di James Bowen

A dare la triste notizia è stata la casa editrice Hodder & Stoughton insieme James Bowen. Il piccolo e vivace Bob aveva 14 anni e più di centomila like sono arrivati da parte dei fan sulla pagina dedicata al romanzo e al film. A commentare l'accaduto è proprio Bowen che non è riuscito a trattenere la commozione per aver perso un compagno di viaggio, oltre che un amico a quattro zampe:

Bob mi ha salvato la vita. È così semplice. Mi ha dato molto di più che compagnia. Con lui al mio fianco, ho trovato una direzione e uno scopo che mi mancava. Il successo che abbiamo ottenuto insieme attraverso i nostri libri e film è stato miracoloso. Ha incontrato migliaia di persone, ha toccato milioni di vite. Non c'è mai stato un gatto come lui E non ci sarà mai più. Mi sento come se la luce si fosse spenta nella mia vita. Non lo dimenticherò mai.

La vera storia di James e Bob

La storia raccontata nel romanzo "A streetcat named Bob" del 2010, e rielaborata anche nel film del 2016 con protagonista l'attore inglese Luke Treadway, parla di ciò che è realmente successo al giovane James. Era il 2007 quando Bowen incontrò, per la prima volta, Bob sul suo cammino. All'epoca era un ragazzo che stava cercando di disintossicarsi dall'uso di sostanze stupefacenti, e camminando per le strade londinesi si imbatté in un gatto malconcio e ferito, di cui immediatamente decise di prendersi cura. Quel compito che si era imposto era diventato il motivo che dava a James la forza di alzarsi ogni mattina, tanto che una volta guarito non riuscì a separarsi da Bob. Continuò a guadagnarsi da vivere come artista di strada, suonando per le strade di Londra, finché un giorno non decise di scrivere un romanzo che raccontasse la sua storia.

Nel 2012 il libro viene pubblicato per la prima volta, ottenendo un successo strepitoso, tanto che a ruota seguirono altri libri sulle avventure di Bob, ovvero i suoi sequel Il mondo Secondo Bob, Un regalo di Bob e The Little Book of Bob, che hanno raggiunto oltre otto milioni di libri tradotti in più di quaranta lingue. Dopodiché arrivò anche il successo cinematografico, dove il ruolo di Bob fu interpretato dal gatto stesso che divenne, quindi, famoso in tutto il mondo.