Christopher Tolkien, figlio di J.R.R. Tolkien, autore de "Il Signore degli anelli", è morto a Draguignan all'età di 95 anni. È stato il curatore di molte delle opere postume di suo padre, nonché disegnatore delle mappe originali dell'opera.

Chi era Christopher Tolkien

Christopher Tolkien nacque a Leeds, in Inghilterra, terzo di quattro figli di J. R. R. Tolkien ed Edith Bratt. Da bambino ascoltò dal padre le storie di Bilbo Baggins, da adolescente e da ragazzo ha partecipato attivamente alle idee per la creazione de Il Signore degli Anelli. Interpretò le mappe della Terra di Mezzo, creando le versioni che poi sono state utilizzate nei libri. È stato un insegnante di lingua inglese, proprio come suo padre, al New College di Oxford, dal 1964 al 1975.

Era contro l'opera di Peter Jackson

Christopher Tolkien non ha mai amato la trilogia di Peter Jackson de "Il Signore degli Anelli". Ha sempre dichiarato che le opere di suo padre non fossero adatte per una interpretazione cinematografica. Viveva in Francia con la sua seconda moglie. Ha avuto due figli. Il primo, nato dal matrimonio precedente, è il romanziere Simon Tolkien.

Le opere inedite di J.R.R. Tolkien

J.R.R. Tolkien scrisse molto materiale sui miti della Terra di Mezzo che al momento della sua morte risultarono ancora non pubblicati. Cristopher lavorò alla riorganizzazione di questo materiale, decifrando e riscrivendo i manoscritti. Riuscì a completare, con Guy Gavriel Kay, "Il Silmarillion", pubblicato nel 1977. E ancora "Racconti incompiuti" (1980), "The History of Middle-Earth" (1996). Nel settembre 2006, Christopher Tolkien annunciò il completamento di un nuovo libro, "I figli di Húrin", basato su alcuni appunti lasciati dal padre. L'ultimo inedito del padre fu pubblicato nel luglio 2009: "La leggenda di Sigurd e Gudrún", una rielaborazione tolkieniana degli antichi miti norreni.