David Prowse, Darth Vader
in foto: David Prowse, Darth Vader

David “Dave” Prowse, l'attore dietro la maschera di Darth Vader nella trilogia di Star Wars è morto a 85 anni, come confermato dal suo agente Thomas Bowington all'Hollywood Reporter e come ha scritto su Twitter: "L'attore Dave Prowse, che interpretò Dart Vader è morto a 85 anni dopo una breve malattia. È con enorme dolore e straziante tristezza per noi e per milioni di fan in tutto il mondo che annunciamo che il nostro cliente è morto a 85 anni". Una notizia brutta per tutti coloro – e sono milioni in tutto il mondo – che sono appassionati di una delle serie di film più conosciute di sempre.

Da bodybuilder ad Arancia Meccanica

Prima di intraprendere una carriera cinematografica che lo avrebbe visto diretto da alcuni dei più grandi registi al mondo, Prowse, che stando a quanto scrive il sito IMBD era stato cresciuto dalla madre e non conobbe mai il padre, si era appassionato di bodybuilding fin da ragazzo, diventando un campione e stringendo amicizia con personaggi come Arnold Schwarzenegger e Lou Ferrigno, anche grazie alla partecipazione a Mr Universo. Divenne campione di sollevamento pesi massimi tre volte e fu anche selezionato dalla nazionale inglese per partecipare ai giochi del Commonwealth nel 1962, ma la sua carriera avrebbe preso, infine, un'altra strada, ovvero quella della recitazione.

Come diventò Darth Fader

Nel 1967 interpretò Frankenstein in "Casino Royale" e fu lì che capì che la recitazione poteva diventare qualcosa di più che un hobby e così negli anni poté rinfoltire il suo curriculum con ruoli importanti, recitando, per esempio, in " Arancia Meccanica" di Stanley Kubrick e facendo da personal di Christopher Reeve in Superman. Fu proprio per il suo ruolo con Kubrick che fu notato da George Lucas che gli offrì sia la parte di Darth Vader che quella di Chewbacca, ma la scelta del primo fu naturale, perché, spiegò, sono i "villain", i cattivi, quelli che restano impressi. Non aveva ben chiaro, però, che anche interpretando Vader il suo volto sarebbe rimasto coperto da una maschera: "Una volta che [la maschera] fu montata, diventai praticamente cieco, e il calore generato dalla tuta obbedì alle leggi della fisica e viaggiò verso l'alto, dritto nella maschera – scrisse nel suo libro di memorie del 2005 – appannando immediatamente gli oculari, il che era a dir poco scomodo, ma non era un problema insormontabile fintanto che potevo guardare in basso attraverso il ritaglio triangolare sotto al naso della maschera e usarlo come spioncino".

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico

Oltre alla saga di Star Wars (ma il respiro di Darrt Vader non era fatto da lui), Prowse era noto nel Regno Unito per aver interpretato il Green Cross Code Man – un personaggio simile a un supereroe usato negli annunci del servizio pubblico per aiutare i bambini ad attraversare la strada in sicurezza – dal 1967 al 1990. Un ruolo che gli diede una enorme popolarità e gli permise anche di diventare Membri dell'Ordine dell'Impero Britannico (tra le principali cariche onorifiche inglesi).