È ‘Il Mattino' a riportare la notizia. L'attore Ennio Fantastichini è morto a Napoli all'età di 63 anni. Quindici giorni fa, si era reso necessario il ricovero presso il reparto di rianimazione dell’azienda ospedaliera universitaria Federico II. In queste ore, Fantastichini ha perso la sua battaglia contro la malattia. Secondo i primi dettagli trapelati, è stato stroncato da una grave emorragia cerebrale conseguenza di una leucemia acuta promielocitica che aveva già interessato cervello, polmoni e intestino.

Il ricovero nei giorni scorsi

Il 14 novembre scorso è stata diffusa la notizia del ricovero di Ennio Fantastichini presso il reparto di rianimazione dell’azienda ospedaliera universitaria Federico II per via di una brutta polmonite. L'equipe medica del professor Giuseppe Servillo lo ha sottoposto a cure mediche intensive ma l'attore veniva descritto come cosciente e in grado di respirare autonomamente. Le sue condizioni sembravano serie ma l'artista non era considerato in pericolo di vita. In queste ore, la brutta notizia.

La carriera di Ennio Fantastichini

Ennio Fantastichini ha alle spalle una lunghissima e brillante carriera nel teatro, nel cinema e nel piccolo schermo. Era il 1982 quando ha esordito nelle sale con ‘Fuori dal giorno' per la regia di Paolo Bologna. I primi riconoscimenti arrivano nel 1989 quando con il film ‘Porte aperte' di Gianni Amelio vince un Ciak d'oro, un Nastro d'argento come miglior attore non protagonista,  un European Film Awards come scoperta dell'anno e il Premio Felix. Oltre a una candidatura al David di Donatello per il miglior attore non protagonista. La sua carriera è proseguita recitando per registi come Paolo Virzì Giuseppe Bertolucci, Emidio Greco, Sergio Rubini, Peter Greenaway, Marco Risi. Ferzan Ozpetek lo ha voluto nei suoi film ‘Saturno contro' e ‘Mine vaganti'. Con quest'ultimo, Fantastichini si è aggiudicato il David di Donatello come miglior attore non protagonista e un Nastro d'argento. È stato anche protagonista di diverse fiction tra le quali ricordiamo La piovra 7, Paolo Borsellino, Il mostro di Firenze, Squadra antimafia – Il ritorno del boss e, più di recente, Fabrizio De André – Principe Libero.