È morto a Roma, all'età di 74 anni, Sergio Di Giulio, attore di teatro, cinema e televisione per molti ricordato soprattutto come lo storico doppiatore di Dan Aykroyd nella saga di "Ghostbusters – Acchiappafantasmi". Era proprio dell'attore nato a Milano il 4 aprile 1945, la voce del talentuoso preparato ma imbranato Dott. Ray Stantz. Tra le voci doppiate negli anni '80 anche quella di Jim Belushi per i cult di cassetta "Danko", "Istinti Criminali".

La carriera di Sergio Di Giulio

Sergio Di Giulio debutta nel 1968 diretto da Andrea Camilleri, scomparso il 17 luglio 2019 in "L'estasi e il sangue", poi per tre anni sarà in compagnia al Teatro Stabile di Roma. Nel 1973 è nel cast di "Un Amleto di meno" di Carmelo Bene con il ruolo di William. In televisione è in "Giornalisti" (2000), "Distretto di Polizia 5" (2005), "Don Matteo", "La squadra" e "I Cesaroni 2" (2008). L'ultima apparizione in tv in "Squadra Mobile – Operazione Mafia Capitale" nel 2017.

È stato anche il doppiatore dell'Ispettore Gadget

Ricchissima la carriera da doppiatore. Non solo Dan Aykroyd e Jim Belushi, ma anche William H. Macy, Steve Buscemi, Bill Murray. Era la voce dell'Ispettore Gadget nella prima storica stagione del cartone animato e dello stesso Raymond Stantz nella serie animata "The Real Ghostbusters". È stato direttore del doppiaggio del film premio Oscar nel 2008 "The Hurt Locker" di Kathryn Bigelow.

Il legame con Ghostbusters

Nonostante una carriera luminosa e ricca di esperienze, resterà per sempre legato soprattutto ai due film dei "Ghostbusters". Riconosciuto dal pubblico di fedeli e appassionati della saga, aveva partecipato più volte a reunion ed eventi organizzati dai fanclub ufficiali italiani (nella foto, riceve l'invito al Ghostbusters Day 2010, organizzato da Ghostbusters Italia).