Vinny Vella è morto dopo una lunga battaglia contro un cancro al fegato. L'attore italo-americano, 72 anni, è stato protagonista di numerose produzioni gangster. Da "Casino" di Martin Scorsese a "I Soprano", Vinny Vella ha partecipato a più di 74 pellicole interpretando sempre il ruolo dell'italo-americano. L'attore, nato a New York nel 1950, ha avuto piccoli ruoli in "Donnie Brasco", "Terapia e pallottole", "Kissing Jessica Stein" e "Prova a incastrarmi".

Il comunicato della famiglia

In un comunicato, il figlio di Vinny Vella, conferma: "Siamo profondamente addolorati di comunicare la notizia della morte di mio padre, Vinny Vella. Ha amato la sua famiglia, i suoi amici, i suoi fan che lo ricordano come uno dei più divertenti e accattivanti attori apparsi sul grande schermo". Di recente, Vinny Vella aveva festeggiato il 20esimo anniversario dal debutto dei Soprano.

Artie Piscano, il ruolo in Casino

Un piccolo ruolo in "Casino" di Martin Scorsese (1995) lo rese celebre. Nella storia artistica di Vinny Vella, certamente fu il ruolo del fruttivendolo Artie Piscano, personaggio chiave ispirato a Carl DeLuna, cognato del boss Anthony Civella, membro delle famiglie mafiose di Kansas City, a dargli grande popolarità. In quel film, la madre di Artie Piscano era interpretata da Catherine Cappa Scorsese, madre del regista Martin Scorsese, che spesso è apparsa in piccoli ruoli nelle pellicole di suo figlio.

Un documentario su di lui

Nel 2000, John Huba gira un documentario dedicato all'attore dal titolo "Hey, Vinny!". Proprietario di una pizzeria a Brooklyn, era sposato con Margaret Ann Hernandez. Dal matrimonio è nato un figlio, Vinny Vella Jr. Oggi gli Stati Uniti d'America di origine italiana piange uno dei suoi rappresentati più brillanti.