23 Maggio 2016
16:53

Elijah Wood sulla pedofilia a Hollywood: “Un mondo di vipere, i bambini sono impotenti”

L’attore che ha interpretato Frodo ne Il Signore degli Anelli, ex bambino prodigio, denuncia l’omertà con la quale nel mondo del cinema hollywoodiano si coprirebbero abusi sui minori: “Accadono cose orribili, gli innocenti non possono difendersi da questi parassiti perché sono persone di potere. Io mi sono salvato grazie a mia madre, che mi ha tenuto lontano da quegli ambienti”.
A cura di Valeria Morini

Hollywood tende a nascondere reati di pedofilia commessi contro piccole star? È quello che sembra dire Elijah Wood, ex enfant prodige del cinema americano, in una serie di inquietanti dichiarazioni rilasciate al Sunday Times.

Divenuto celebre soprattutto per il ruolo dello hobbit Frodo Baggins nella saga Il Signore degli Anelli, il da poco 35enne Elijah Wood è entrato a soli 8 anni in quel mondo dorato (ma con troppi lati oscuri) che è il cinema, recitando in "Ritorno al futuro – Parte II" e poi in film come "Il grande volo", "L'innocenza del diavolo" e "Tempesta di ghiaccio". La dichiarazione di Wood al settimanale britannico è partita da un riferimento allo scioccante caso di Jimmy Savile, celebre conduttore radiofonico inglese (morto nel 2011) ritenuto responsabile di abusi su decine di giovanissimi (centinaia, secondo altre voci).

Siete tutti cresciuti con Savile. Dio, deve essere stato devastante. È chiaro che a Hollywood accade qualcosa di ancora peggiore. È tutto organizzato. Ci sono un sacco di vipere in questa industria, persone che pensano solo ai propri interessi. C’è del marcio sotto la superficie. Ogni cosa che potete immaginare, probabilmente è accaduta.

Wood non fa nomi né cita casi specifici ma fa capire come sarebbe in atto un silenzioso meccanismo di omertà, volto a coprire i crimini:

Non ci si può mettere contro le persone che hanno il potere. È questa la vera tragedia, se si cerca di rivelare ciò che sta accadendo a persone innocenti. Questi bambini vengono zittiti, e intanto le loro vite sono ormai irreparabilmente danneggiate.

Elijah Wood: "Io mi sono salvato grazie a mia madre"

Impossibile non pensare a casi come quello di Stephen Collins, l'attore di "Settimo cielo" denunciato dalla moglie per molestie su minorenni, per anni rimaste nel silenzio. Fortunatamente, Wood parla di fatti che non lo hanno riguardato in prima persona. A salvarlo da quel "mondo di vipere", ai tempi in cui era una baby star, fu la madre, che era "molto più interessata a crescermi come una brava persona che a facilitare la mia carriera". La signora Debbie Krause Wood lo avrebbe tenuto lontano dagli ambienti pericolosi:

Non sono mai andato alle feste dove accadevano quelle cose. Questo strano mondo presenta tante tentazioni. Se non si dispone già di basi, che ti devono venire dalla famiglia, diventa difficile affrontarle.

Secondo l'attore, insomma, la vita a Hollywood è tutt'altro che sicura per una star troppo giovane:

In base alle mie ricerche e al fatto che hanno cercato di portarmi sulla cattiva strada, posso dire queste cose stanno accadendo ancora. Se sei innocente, se hai poca conoscenza del mondo e vuoi avere successo, questi parassiti ti vedranno come la loro preda.

I 35 anni di Elijah Wood, da Ritorno al Futuro II al clamore de Il Signore degli Anelli
I 35 anni di Elijah Wood, da Ritorno al Futuro II al clamore de Il Signore degli Anelli
Geolier conquista il mondo in napoletano con Il coraggio dei bambini: è il più ascoltato al mondo
Geolier conquista il mondo in napoletano con Il coraggio dei bambini: è il più ascoltato al mondo
Il mondo di Leo, il primo cartone animato italiano che racconta le avventure di un bambino autistico
Il mondo di Leo, il primo cartone animato italiano che racconta le avventure di un bambino autistico
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni