2 CONDIVISIONI

Emir Kusturica e Maradona: a Taormina lezioni di cinema

Nel corso del Festival di Taormina, il regista serbo ha raccontato il suo amore per il cinema e il calcio attraverso il documentario su Maradona.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Emanuele Rauco
2 CONDIVISIONI
Kusturica sul set di Arizona Dream

Dopo aver premiato Robert De Niro e aver presentato in anteprima Toy Story 3, il festival di Taormina segna un altro evento a suo favore: la presenza di Emir Kusturica, il celebre regista serbo che ha tenuto una lezione di cinema di fronti a molti giovani. La lezione è girata attorno al film documentario su Maradona che Kusturica ha realizzato un paio d’anni fa: “Maradona ha avuto dieci anni difficili – ha spiegato il regista di Underground – perché è dovuto sopravvivere a un problema di tossicodipendenza. Gli uomini con il potere assemblano la massa e si fanno seguire, ma Maradona è diverso, non ha mai abusato del suo potere. L’impatto che lui ha sugli altri è quasi di Santità”.

Inoltre Kusturica ha fatto il punto sul cinema di oggi: “Un film si può girare anche con una cinepresa a mano, ma la qualità non è massima. Purtroppo al giorno d’oggi ci sono tante pellicole di pessima qualità. Il problema sta alla base e bisogna cercare le ragioni nell’altissimo numero dei film girati”. Una riflessione scettica sulla tecnologia, per un regista che ha fatto della genunità “rurale” un marchio di fabbrica.

Emanuele Rauco

2 CONDIVISIONI
Isabella Ragonese, lezione di cinema
Isabella Ragonese, lezione di cinema
Robert De Niro, premio a Taormina, e un nuovo film con Scorsese
Robert De Niro, premio a Taormina, e un nuovo film con Scorsese
Cinque Nastri d'Argento per Mine vaganti di Ferzan Ozpetek
Cinque Nastri d'Argento per Mine vaganti di Ferzan Ozpetek
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni