Il noto festival cinematografico Capri, Hollywood ha scelto il piccolo Federico Ielapi come personaggio rivelazione dell'anno. Il giovanissimo protagonista di "Pinocchio" di Matteo Garrone riceverà il premio a Capri Future nella serata del 30 dicembre. Forte del grande successo del film al box office, Ielapi (appena 9 anni e già una carriera prestigiosa da Don Mstteo e Checco Zalone) è davvero il nuovo enfant prodige del cinema italiano. Eppure non rinuncia a essere un bambino come tutti gli altri: poco prima di ricevere il prestigioso riconoscimento, in attesa della premiazione si è messo a giocare a calcio col fratello e altri bambini.

Il successo di Pinocchio e l'amicizia con Benigni

"Pinocchio" è un successo al box office, e con quasi 10 milioni di euro già raccolti sta fronteggiando la concorrenza di titoli come "Star Wars" e "Il primo Natale". "Più o meno me l'aspettavo, il film è bellissimo e in ogni bambino c'è un po' di Pinocchio", dichiara Ielapi al Messagero con una consapevolezza sorprendente per la sua giovane età, unita a un'umiltà e a una simpatia naturali, "Fare l'attore mi permettere di vivere esperienze fuori dal comune che nella vita reale difficilmente potrei avere ma quando torno a scuola, tra i miei compagni, sono un ragazzino come tutti gli altri e non parlo di lavoro". L'esperienza sul set di "Pinocchio" è stata difficile e spesso faticosa, ma divertente, mentre è nato un intenso rapporto con Roberto Benigni, interprete di Geppetto.

Per assumere l'aspetto del burattino dovevo sottopormi ogni giorno a quattro ore di make-up prostetico. E spesso finivo per addormentarmi nelle mani dei truccatori… Sul set sono stati tutti adorabili con me, mi coccolavano, si preoccupavano che fossi a mio agio. Garrone mi raccomandava di essere spontaneo, Roberto Benigni mi faceva un sacco di indovinelli. Forse è stata proprio questa la parte più bella della mia esperienza nel film. Mi sono affezionato subito a lui e per questo, davanti alla cinepresa, non mi è stato difficile tirar fuori le emozioni.

Il sogno di lavorare a Hollywood

Come aveva già ammesso nella sua esilarante e adorabile ospitata a Che tempo che fa, il suo grande desiderio è quello di sbarcare a Hollywood e conoscere il suo idolo: "Vorrei tanto incontrare Leonardo DiCaprio che considero un grandissimo attore fin da quando ho visto Titanic". Il piccolo dimostra di avere già una bella cultura cinematografica e sceglie Martin Scorsese come punto di riferimento per il cinema che sogna di fare.

Mi piacerebbe lavorare laggiù, girare grandi film come The Irishman e magari abitare in metropoli come Los Angeles, New York, Miami. Nel frattempo perfeziono la lingua leggendo libri in inglese.

Chi è Federico Ielapi

Federico viene da Roma ed è figlio di un pizzaiolo. Ha una sorella e un fratello più grandi; quest'ultimo, Valerio, è campione europeo di equitazione. Oltre a parlare bene l'inglese (tanto da doppiare se stesso nella versione internazionale di "Pinocchio"), suona il piano, canta, studia giapponese e fa snowboard. Ha quasi 30mila follower su Instagram. Ha esordito nel 2016 nel film "Quo vado?" di Gennaro Nunziante, nel ruolo di Checco Zalone da piccolo. Dal 2018 è entrato del cast di "Don Matteo", nella parte di Cosimo Farina. Ha recitato anche in "Moschettieri del re – La penultima missione" di Giovanni Veronesi, "Nikola Tesla the Man From the Future" di Alessandro Parrello e "Brave ragazze" di Michela Andreozzi. In "Maledetta primavera" di Elisa Amoruso interpreterà il figlio di Micaela Ramazzotti.