George Clooney confessa al Mirror di essere stato ricoverato d’urgenza a causa di una pancreatite a pochi giorni dall’inizio delle riprese di The Midnight Sky, film in arrivo su Netflix a partire dal 23 dicembre. Il divo interpreta il ruolo di Augustine Lofthouse, uno scienziato 59enne malato di cancro e unico sopravvissuto su una terra distrutta. Diversi i chili persi dall’attore per interpretare il ruolo, poi i primi malesseri e il ricovero d’urgenza in ospedale: “Forse ho provato a perdere peso troppo velocemente , e non mi sono preso abbastanza cura di me stesso. Ci sono volute alcune settimane per migliorare, e come regista non è stato facile perché ci vuole energia. Eravamo su questo ghiacciaio in Finlandia, il che ha reso il lavoro molto più difficile. Ma sicuramente ha aiutato con il personaggio”. Il ricovero di Clooney si è risolto in poco tempo, con il divo che è riuscito a iniziare le riprese nei tempi previsti.

The Midnight Sky con George Clooney su Netflix

George Clooney è protagonista e regista di The Midnight Sky, film che sarà disponibile su Netflix a partire dal 23 dicembre. La pellicola racconta la storia di Augustine, uno scienziato che vive nell’Artico e che prova a impedire agli astronauti di tornare a casa verso una “catastrofe globale”. Con lui nel cast anche gli attori Felicity Jones, David Oyelowo e Kyle Chandler. Diversi i cambiamenti fisici cui si è sottoposto Clooney per interpretare quel ruolo. Oltre ai chili persi, il divo si è lasciato crescere una folta barba adorata dal figlio Alexander, uno dei gemellini di tre anni avuti da Amal Alamuddin. “Mio figlio l’ha adorata perché ci nascondeva cose di cui non avrei saputo fino a quando non fossi arrivato al lavoro e avrei detto, ‘Oh, c’è un ghiacciolo incastrato nella mia barba’”, ha raccontato Clooney.