22 Luglio 2013
16:28

Girano film sui gay in Russia, fermati quattro olandesi

Quatto filmaker indipendenti olandesi sono andati in Russia per girare un documentario sull’essere gay nel paese dell’ex Unione Sovietica. Sono stati bloccati dalla polizia, fermati, condotti e in caserma e multati per aver fatto della “propaganda omosessuale”.

Stavano parlando di diritti umani, quando la polizia russa ha fatto irruzione in un interno, sorpresi a girare un film a tematica gay. Lo riferisce un'agenzia di Tmnews, i quattro olandesi sono stati fermati in base ad una nuova legge controversa, che viene utilizzata per la prima volta contro cittadini stranieri. Adesso i quattro, accusati di diffondere la "propaganda omosessuale", sono in attesa di giudizio, intanto non hanno potuto partecipare ad un Forum sui diritti umani a Murmansk, dove erano attesi. Il film in questione non aveva né carattere pornografico, né erotico, ma raccontava semplicemente una storia d'amore tra due omosessuali in Russia, proprio muovendo dall'assurda legge che vieta la "propaganda". I quattro sono stati anche multati per 3000 rubli ciascuno, circa 95 euro, per aver violato le norme sui visti.

Wentworth Miller confessa: "Sono gay"
Wentworth Miller confessa: "Sono gay"
Cher rifiuta le Olimpiadi in Russia: "Siete omofobi"
Cher rifiuta le Olimpiadi in Russia: "Siete omofobi"
Pedro Almodovar scandaloso: "Il sesso gay in Vaticano? Meraviglioso!"
Pedro Almodovar scandaloso: "Il sesso gay in Vaticano? Meraviglioso!"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni