24 Dicembre 2016
19:18

Harrison Ford vicino a Carrie Fisher dopo l’infarto: “Scioccato per la mia cara amica”

L’attore ha regalato un emozionante messaggio di sostegno all’interprete della Principessa Leila di Star Wars, colpita da un infarto mentre era in volo verso Los Angeles. Le condizioni dell’attrice sono stabili, ma ancora gravi.
A cura di Valeria Morini

A funestare il Natale dei fan di Star Wars, è arrivata la brutta notizia dell'infarto che ha colpito Carrie Fisher, indimenticabile interprete della Principessa Leia (Leila nella vecchia traduzione italiana) nei film Guerre stellari, L'impero colpisce ancora, Il ritorno dello Jedi e Il risveglio della Forza. L'attrice, 60 anni compiuti a ottobre, ha subito un arresto cardiaco il 23 dicembre, mentre si trovava su un aereo che la portava da Londra a Los Angeles e, dopo i primi soccorsi prestati in volo (avrebbe smesso di respirare per ben dieci minuti) è stata trasportata d'urgenza in ospedale. Attualmente, stando agli ultimi aggiornamenti forniti dal fratello Todd, la Fisher sarebbe in condizioni stabili, sebbene ancora in terapia intensiva. Tantissimi i personaggi del mondo del cinema – oltre alle migliaia e migliaia di fan – che hanno mostrato affetto e vicinanza con messaggi pubblici. Tra questi arriva quello di Harrison Ford, suo storico compagno di set proprio in Star Wars, in cui interpretava Han Solo. "Sono scioccato e triste nel sentire la notizia a proposito della mia cara amica ", ha dichiarato Ford all'Hollywood Reporter, "I nostri pensieri sono con Carrie, con la sua famiglia e i suoi amici".

La love story tra Harrison Ford e Carrie Fisher sul set

Ford e la Fisher si rivedono al Comic Con 2015 al panel di Star Wars – Il risveglio della Forza
Ford e la Fisher si rivedono al Comic Con 2015 al panel di Star Wars – Il risveglio della Forza

Curiosamente, l'amicizia tra Ford e la Fisher è stata recentemente, per così dire, messa alla prova, dalle rivelazioni shock fatte dalla stessa attrice nella sua autobiografia, pubblicata poche settimane fa. Per la prima volta, Carrie ha svelato di aver avuto una storia d'amore con Ford nel lontano 1976, durante le riprese del primo film della saga, sebbene lui all'epoca fosse sposato. Pare che l'attore non abbia gradito molto la clamorosa confessione, ma l'affetto che lo lega alla collega, con cui è tornato a recitare nel settimo capitolo della saga Il risveglio della Forza, è più forte di tutto.

I messaggi di Hollywood e del cast di Star Wars

Dopo l'infarto che ha colpito Carrie Fisher, le hanno manifestato la loro vicinanza anche altri attori di Guerre stellari, da Mark Hamill (che nella saga è Luke Skywalker) a Billy Dee Williams (Lando Carlissian), da Gwendoline Christie (Capitan Phasma ne Il risveglio della Forza) a Warwick Davis (attore nano che ha interpretato diversi ruoli). Sono vicini all'attrice anche colleghi come William Shatner e George Takei (rispettivamente Kirk e Sulu in Star Trek), Elijah Wood e Alyssa Milano.

Debbie Reynolds ricoverata per sospetto infarto dopo la morte della figlia Carrie Fisher
Debbie Reynolds ricoverata per sospetto infarto dopo la morte della figlia Carrie Fisher
Debbie Reynolds, la madre di Carrie Fisher distrutta:
Debbie Reynolds, la madre di Carrie Fisher distrutta: "Grazie a tutti i fan"
"Harrison Ford fu il mio amante sul set di Star Wars", confessione choc di Carrie Fisher
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni