137 CONDIVISIONI
23 Agosto 2016
23:01

I 75 anni di Paola Pitagora, la prima Lucia Mondella della tv italiana

I 75 anni di un’attrice che in carriera ha saputo spaziare dal cinema al teatro, dalla musica alla televisione con eleganza e classe. È stata la prima ad avere interpretato Lucia Mondella in tv ne “I promessi sposi” del 1967, considerato ancora oggi come uno dei più visti di sempre della storia del servizio pubblico.
137 CONDIVISIONI

Paola Pitagora compie 75 anni e se ai più giovani questo nome potrebbe essere sfuggito, vale la pena rinfrescarsi la memoria e prendersi un po' di tempo per approfondire la storia di una delle artiste più versatili, eleganti e capaci del nostro tempo. È stata la prima Lucia Mondella per la tv ne "I promessi sposi" per la regia di Sandro Bolchi. Correva l'anno 1967 ed è a tutt'oggi uno degli sceneggiati Rai che hanno avuto più successo nella storia del servizio pubblico.

La Pitagora studia al Centro sperimentale di cinematografia e muove i primi passi in tv come conduttrice di programmi quali "Il giornale delle vacanze" e "Cinema d'oggi" ma si cimentò anche come autrice di canzoni per bambini arrivando a vincere anche un'edizione dello Zecchino d'oro nel 1962 con "La giacca rotta" cantata da Raymond Debono. A teatro partecipa, tra tanti lavori, alla commedia musicale "Ciao Rudy" con Marcello Mastroianni suo partner.

Al cinema è da ricordare per le sue interpretazioni in "Kapò" di Gillo Pontecorvo (1960), "Barabba" di Richard Fleischer (1962) e, soprattutto, "I pugni in tasca" di Marco Bellocchio (1962) nel ruolo di Giulia, ragazza controversa e affascinante.

Pitagora nel 2000, da "Incantesimo" a "Le tre rose di Eva

Gli sceneggiati televisivi la vedono grande protagonista nel decennio che va dal 1965 al 1975. Dopo "I promessi sposi" e l'interpretazione di Lucia Mondella che l'ha resa popolare al grande pubblico, si alterna tra televisione e cinema con i personaggi di Cinzia in "Senza sapere niente di lei" di Luigi Comencini (1969), "A come Andromeda" e "Cristoforo Colombo". Per "Senza sapere niente di lei" vince il Nastro d'argento come miglior attrice. Alla fine degli anni '90 partecipa ad "Incantesimo", altro grande sceneggiato Rai, nel ruolo di Giovanna Medici, mentre dal 2012 al 2013 è nel cast de "Le tre rose di Eva" con il personaggio di Ottavia Taviani.

137 CONDIVISIONI
I 75 anni di Fabio Testi, dall’esordio con Sergio Leone all’Isola dei Famosi
I 75 anni di Fabio Testi, dall’esordio con Sergio Leone all’Isola dei Famosi
Paola Perego racconta il suo dramma con gli attacchi di panico: "Un incubo durato 30 anni"
Paola Perego racconta il suo dramma con gli attacchi di panico: "Un incubo durato 30 anni"
I 75 anni di Franco Nero, il primo e grandioso “Django” degli spaghetti western
I 75 anni di Franco Nero, il primo e grandioso “Django” degli spaghetti western
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni