video suggerito
video suggerito

Il cinema di Franco Califano, da “Due Strani Papà” al cameo con Vaporidis

L’attore romano, scomparso ieri, è riuscito in vita a ritagliarsi un piccolo spazio anche al cinema, firmando un cult della commedia all’italiana, “Due strani papà”, alcuni poliziotteschi e, di recente, “Viola Bacia Tutti” (1998) e “Questa notte è ancora nostra” (2008).
52 CONDIVISIONI
califano-pippo-franco

Franco Califano ha avuto uno sporadico e breve percorso al cinema, da ragazzaccio di borgata, cresciuto a Roma, bazzicava come tutti i luoghi del cinema, tra comparsate e piccole figurazioni speciali. Nel 1962 esordisce in Notti nude, film del 1963 per la regia di Ettore Fecchi, alcune comparse in produzioni minori e poi, una volta raggiunto il successo da cantante, nel 1979 arriva il primo ruolo da protagonista in Gardenia, il giustiziere della mala, dove è un boss locale che rifiuta di entrare nel giro della droga. Nel 1983 è nella commedia Due strani papà, in tandem con Pippo Franco.

La pellicola, firmata da Mariano Laurenti, è considerata oggi un cult della commedia all'italiana: Alberto (Pippo Franco) e Franco (Franco Califano) sono due squattrinati che dividono una casa per l'infanzia disabitata da molto tempo (è Villa Fassini, un edificio all'epoca abbandonato sulla Tiburtina). Un giorno davanti alla loro casa, viene abbandonato un neonato di colore e, dopo i primi tentativi di disfarsene, finiranno per affezionarsi e tenerlo. Il film non è mai andato al cinema, a causa dei guai giudiziari del Califfo, ma è diventato comunque un cult grazie all'home video e alla sua copiosa diffusione in tv.

Nel 1998 è in Viola bacia tutti di Giovanni Veronesi, nel ruolo del padre di Samuele (interpretato da Valerio Mastandrea. Una delle sue ultime apparizioni al cinema risale al 2008 in Questa notte è ancora nostra per la regia di Paolo Genovese e Luca Miniero, dove interpreta un manager senza scrupoli, il Signor Franco Cicchilitti. E nel 2011 è nel documentario di Stefania Veneruso, Noi di settembre. 

52 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views