Il Festival di Cannes 2021 mette le mani avanti e annuncia il rinvio al mese di luglio, a causa della pandemia ancora in corso e troppo pericolosa per permettere lo svolgimento di eventi in presenza. La 74esima edizione del festival cinematografico che, insieme a Venezia, è il più importante e prestigioso al mondo (nonché una vetrina imprescindibile del mondo glam) non si svolgerà a maggio bensì due mesi dopo. Questo l'annuncio ufficiale: "Inizialmente previsto dall'11 al 22 maggio, il Festival Internazionale del Cinema di Cannes si svolgerà da martedì 6 luglio a sabato 17 luglio 2021".

L'edizione 2020 del Festival di Cannes non si è svolta

Il rinvio sembra indicare chiaramente l'intenzione di tenere un evento in presenza e non un festival online. Impossibile, per Cannes, rinunciare all'edizione fisica e al red carpet, parte fondamentale della kermesse. Proprio per questo motivo, l'edizione 2020 è stata completamente cancellata, con l'annuncio di un programma che, nei fatti, non è mai stato presentato (ai film scelti dagli organizzatori è stato semplicemente apposto il "bollino di Cannes"). La Mostra di Venezia, al contrario, si era svolta in presenza, con tutte le misure di sicurezza anti Covid: si è trattato di un unicum, dal momento che gli altri festival cinematografici del mondo negli ultimi mesi si sono svolti in modalità streaming.

La Berlinale a marzo in streaming

La Berlinale ha invece scelto di scindersi in due eventi a sé stanti: una versione online che si svolgerà per addetti ai lavori e stampa dal 1 al 5 marzo 2021 e un'edizione fisica in forma ridotta che dovrebbe tenersi a giugno. Resta da capire se in estate la situazione coronavirus sarà migliorata e se davvero Berlino e Cannes avranno la possibilità di riportare il pubblico nelle proprie sale e svolgersi regolarmente. Se così fosse, ci troveremmo nella curiosa circostanza di avere i quattro festival più importanti al mondo spalmati in soli quattro mesi: Berlino a giugno, Cannes a luglio, Locarno ad agosto e Venezia a settembre.