Parasite è considerato il film rivelazione del 2019. Ora, non solo l'opera sudcoreana è in lista tra i candidati agli Oscar 2020, ma potrebbe ispirare una miniserie prodotta per HBO. La pellicola ha vinto la Palma d'Oro al Festival di Cannes 2019 ed è stata la prima opera coreana ad aggiudicarsi il Golden Globe per il miglior film straniero. L'emittente tv statunitense ha annunciato di aver comprato i diritti del lungometraggio e il regista Bong Joon-Ho si è detto entusiasta del progetto, pensato appositamente per gli Stati Uniti.

Trama del film Parasite

La famiglia sudcoreana di Ki-taek è molto unita, ma il loro futuro è piuttosto incerto per via di difficoltà economiche. Almeno fino a quando il figlio, Ki-woo, riesce ad ottenere un impiego come insegnante privato di inglese a casa della famiglia Park, proprietari di una multinazionale informatica. Il ragazzo intuisce che si tratta di un'occasione unica e accetta, creando un'identità segreta per la sorella come insegnante di ginnastica artistica e trovando il modo di insinuarsi in maniera sempre più nell'intimo della vita familiare dei perfetti sconosciuti,.

Il regista vuole girare la serie insieme a Adam McKay

L'America se n'è innamorata. La serie tv di cui si vocifera potrebbe essere infatti un adattamento in lingua inglese della pellicola, ma il progetto è ancora alle prime fasi creative. Non è chiaro se si tratterà di una nuova versione del racconto con dettagli inediti ad arricchirlo, o se invece sarà una sorta di sequel di quanto visto al cinema. Quel che è certo è che sarà un ulteriore riconoscimento dell'opera di Bong, una conferma del fatto che l'idea ha funzionato a pieno. Il regista era già noto a livello internazionale per via di successi precedenti come Snowpierce, l'unico film in lingua inglese di cui a breve anche su Netflix arriverà un adattamento televisivo, e Okja, già pensato per la famosa piattaforma di streaming, anch'esso presentato a Cannes. Insieme a lui al lavoro potrebbe esserci anche Adam McKay, regista de La grande scommessa, che il sudcoreano ammira moltissimo:

Ho davvero apprezzato il film La grande scommessa di Adam McKay e ho amato il suo senso dell'umorismo e la tagliente satira che ha proposto sulla situazione americana attuale. Con Parasite, mentre stavo scrivendo la sceneggiatura, ho avuto così tante idee in più che non potevo inserire nel film di due ore. Sapevo che se avessi avuto più tempo a disposizione avrei potuto raccontare quelle storie ed è quello che progetto di fare con Adam molto presto. (…) Anche se non conosco molto bene il settore televisivo, considero realmente questa serie limitata come un film esteso che possa approfondire le storie che non sono entrate in Parasite. Adam McKay e HBO hanno creato l'incredibile serie Succession, quindi sono davvero affidabili e dei partner fantastici.