Il Grande Lebowski 01

Quello che non era partito come un grande successo al botteghino è diventato negli anni uno dei film cult più apprezzati del cinema degli anni '90. E quest'anno Dude, nella versione italiana diventato Drugo, alias Jeffrey Lebowski compie 15 anni. La commedia dei fratelli Coen, parzialmente ispirata al romanzo “Il grande sonno” di Raymond Chandler e il cui personaggio principale è ispirato a un amico dei due registi, finanziatore del loro primo film e tra i fondatori dei Seattle Seven, è incentrata proprio sulle disavventure di Dude, un giocatore incallito di bowling nonché amante della marijuana e del cocktail White Russian. A interpretare magistralmente questo buffo personaggio è Jeff Bridges, in una delle sue migliori interpretazioni di sempre che a discapito della grande prova di recitazione gli fruttò solamente una nomination come miglior attore ai Satellite Award.

Il Grande Lebowski 02

A testimonianza del fatto che il successo di questa pellicola è stato lento ma inarrestabile, ci sono vari fattori, a partire dal fatto che dal '98, anno in cui è uscito in sala, sono stati fatti articoli e saggi che approfondiscono il mondo di Lebowski, dalla corretta preparazione del mitico White Russian fino all'analisi del carattere zen o trotzkista del protagonista. Nel 2002 è stato addirittura indetto il primo “Lebowski Fest” a Louisville, nel Kentucky, una sorta di festa celebrativa per pochi intimi, a cui partecipano ogni anno circa 150 persone travestite come i personaggi del film riuniti in una sala da bowling, durante la quale viene proiettato il film dando modo a tutti di recitare le battute più celebri della pellicola. A oggi questa festa ha preso piede in ben 25 città e si celebra quasi sempre a fine marzo. Quest’anno è stata la volta del Saban Theatre di Hollywood dove ha presenziato lo stesso Jeff Bridges in memoria di uno dei film che l'ha reso maggiormente celebre.