17 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Il Kubrick che non ti aspetti nelle foto intime della figlia Vivian

Stanley Kubrick è praticamente stato un uomo imperscrutabile per tutti, eccetto che per una persona: sua figlia Vivian. Dal reportage su Shining a Full Metal Jacket, ecco gli scatti privati tra lei e il regista.
17 CONDIVISIONI
Immagine

Schivo e dal carattere difficile, un maniaco della privacy, estroso e perfezionista sul lavoro, si trasformava "nel grande e potente Oz" quando si era sul set, ha ricordato Matthew Modine, protagonista in "Full Metal Jacket". Stanley Kubrick è praticamente stato un uomo imperscrutabile, era come se nessuno avesse accesso a quello che era il suo privato, la sua "personal life" ed anche durante i suoi ultimi anni di vita, nessuno riesce a ricordare che aspetto avesse perché, e anche questa è cosa nota, odiava a morte essere fotografato. Un muro, dicevamo, per tutti eccetto che per una persona: Vivian, sua figlia.

Regista e musicista, esordì proprio seguendo il padre quando, correva l'anno 1979, affiancò tutta la troupe di "Shining" per girare un documentario sulle riprese. Ed è proprio grazie a lei che, all'epoca ventiquattrenne, si devono quei meravigliosi scatti presenti oggi in via ufficiale sul blog "The Overlook Hotel". Ma le collaborazioni con Kubrick non si sono certo fermate a "Shining": Vivian ha curato la colonna sonora di "Full Metal Jacket", firmandosi con lo pseudonimo di Abigail Mead, e aveva collaborato ad alcune tracce per "Eyes Wide Shut" ma non se ne fece nulla per circostanze mai chiarite e che, negli anni successivi, si attribuirono ad una sua adesione a Scientology.

Nata dalla terza moglie del regista, Christiane Kubrick, i rapporti con tutta la sua famiglia non sono buoni. Anche quando nel 2009 è venuta a mancare sua sorella Anya per un cancro improvviso, lei non ha presenziato neanche al funerale. Adesso però, spuntano le foto su twitter con tanto di dedica: "In memoria di mio padre, che ho amato con tutta la mia anima e il mio cuore". 

17 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views