Popolo degli anni Ottanta, è il momento del ritorno dei Goonies. Uno dei film adolescenziali simbolo di una generazione ritornerà al cinema in versione rimasterizzata in 4K. L'occasione è quella dei 35 anni dall'uscita nei cinema del film e si tratta di un evento che vedrà la pellicola nelle sale solo per due giorni: le date di uscita sono quelle del 9 e 10 dicembre 2019, date da segnare con matita rossa per chiunque si ritenga appassionato del film di Richard Donner uscito il 7 giugno del 1985.

Un'operazione, quella di Warner Bros., perfettamente in linea con la nostalgia che caratterizza i nostri tempi e il continuo ritorno al passato anche nei riferimenti cinematografici e delle serie TV più popolari del momento. D'altronde i Goonies rappresenta una pietra miliare per chi è nato e cresciuto sul finire degli anni Ottanta, diventando con il passare del tempo un perfetto cult.

Dopo gli innumerevoli passaggi in televisione di questi anni, torna quindi in sala il film d'avventura di Richard Donner, frutto di una sceneggiatura scritta da Chris Columbus a sua volta ricavata dal soggetto di Steven Spielberg. Il regista de Lo Squalo fu anche produttore del film, a conferma di un enorme intuito, oltre che della sua smisurata sapienza registica. Memorabili alcune scene dei Goonies, come quella del pianto disperato di Chunk per non farsi torturare dalla banda, o ancora il personaggio di Sloth, interpretato da John Matuszak.

Sul nome del film ci sono state nel corso degli anni diverse interpretazioni, ma è effettivamente figlio dello slang americano. Deriva infatti da un gruppetto composto da quattro ragazzi, i protagonisti del film, cresciuti in un quartiere di Astoria (Oregon) chiamato "Goon Docks"; proprio dal nome del loro quartiere, i ragazzi si fanno chiamare col nome di ‘Goonies'. Ma la parola ha anche un significato ulteriore che prescinde dal riferimento geografico, in americano per ‘goony' si intende anche “sfigato”.