2 Ottobre 2017
10:39

‘Italy on screen today 2017’, a New York l’omaggio a Dario Fo con la proiezione di “Sweet Democracy”

Ad un anno dalla scomparsa ed a 20 anni dall’assegnazione del premio Nobel, Dario Fo verrà celebrato a New York durante il Festival “Italy on screen today”, attraverso le immagini dell’ultimo film al quale ha preso parte: “Sweet Democracy”, diretto da Michele Diomà.

Sarà per l'Italia uno dei principali eventi internazionali della stagione cinematografica autunnale l'omaggio che New York dedicherà al premio Nobel Dario Fo, ad un anno dalla scomparsa ed a 20 anni dall'assegnazione del prestigioso riconoscimento da parte dell'Accademia di Svezia. Per l'occasione verrà presentato in anteprima americana l'ultimo film a cui ha preso parte il drammaturgo premio Nobel "Sweet Democracy" diretto da Michele Diomà.

Durante il Festival "Italy on screen today", la rassegna di cinema italiano dedicata alle proiezioni di film che hanno riscosso notevole successo al botteghino (diretto da Loredana Commonara) verrà anche realizzato un meeting dedicato al rapporto che hanno avuto Franca Rame e Dario Fo con la cultura americana, dei quali si ricordano allestimenti di grande successo in innumerevoli teatri, tra cui spicca lo spettacolo messo in scena a Broadway dal regista Douglas C. Wager, "Accidental death of an anarchist". Nella serata del 19 ottobre presso sala proiezioni Zerilli Marimò del Greenwich Village, il regista Michele Diomà introdurrà la proiezione di "Sweet Democracy" spiegando al pubblico americano le ragioni della sua scelta di collocare l'autore di "Mistero Buffo" in un film dedicato al tema della libertà di stampa, fornendo un ampio profilo di tutta l'attività civile ed artistica di Dario Fo.

Ha dichiarato Diomà : "Dopo aver realizzato nel 2014 il mio primo documentario al quale ha preso parte Francesco Rosi "Born in the U.S.E.", ho sentito la necessità di dovermi confrontare con un'altra personalità della cultura italiana che fosse riuscita ad analizzare in profondità i punti spesso fragili della nostra democrazia. Ecco perché circa due anni fa pensai subito a Dario Fo, in quanto artista libero e che per oltre mezzo secolo è riuscito ad indagare la realtà ignorando il politicamente corretto. Quando nel primo incontro a Milano spiegai a Dario Fo che il film era ispirato all'attività del giornalista Giancarlo Siani assassinato dalla criminalità organizzata nel 1985, ricordo che il Maestro accettò con entusiasmo di partecipare al progetto, nonostante io fossi alla mia seconda opera, confermando quel principio di etica della partecipazione che ha fatto la fortuna del suo teatro".

La kermesse newyorkese avrà tra gli ospiti il ministro della cultura Dario Franceschini, il direttore della fotografia tre volte premio Oscar Vittorio Storaro, attualmente impegnato sul set dell'ultimo film di Woody Allen, e l'attore e regista Sergio Castellitto.  È dedicato a Giulietta Masina, invece, il poster ufficiale del Festival Italy on screen today, che si terrà dal 18 al 22 ottobre tra Manhattan e Greenwich Village a New York. Una scelta che celebra i 60 anni di Le notti di Cabiria, capolavoro premio Oscar diretto da Federico Fellini.

Il viaggio on the road di Giò Sada e Bastianich, video diario da New York
Il viaggio on the road di Giò Sada e Bastianich, video diario da New York
94.195 di Spettacolo Fanpage
"La Voce di Fantozzi" arriva a Venezia74: ecco il teaser del docufilm con i contributi inediti
La complicità in musica di Giò Sada e Joe Bastianich: videodiario dal tour a New York
La complicità in musica di Giò Sada e Joe Bastianich: videodiario dal tour a New York
510.001 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni