1 Marzo 2010
20:36

Kate Winslet, Russell Crowe, Marlon Brando: dove le star conservano gli Oscar

Premi tanto bramati, gli Oscar una volta vinti finiscono nei posti più impensati, dal bagno di casa al pollaio delle galline.
A cura di Enrica Raia
premio oscar

Chi si aspetta che gli Academy Awards vengano esposti come un trofeo su uno scaffale in modo da poter essere ammirati in tutto il loro splendore da amici e parenti, si sbaglia di grosso. Alcuni Oscar, una volta vinti hanno trovato sistemazione in luoghi davvero molto strani come nel cassetto dei calzini piuttosto che in un pollaio. Ma a sorpresa il posto preferito è la stanza da bagno! Ma c’è di peggio, diverse star hanno completamente dimenticato dove si trovi il loro Oscar, mentre ad alcuni sfortunati è stato addirittura sottratto.

Russell Crowe ha dichiarato di conservare l’Oscar vinto nel 2001 per Il Gladiatore  nel pollaio del suo ranch in Australia per spronare le sue galline a fare uova più grandi; Timothy Hutton (migliore attore non protagonista nel 1981 per Ordinary People) ha raccontato a Usa Today che il suo Oscar si trova da cinque anni nel frigorifero del suo appartamento di New York. Si racconta invece che Jack Nicholson utilizzi uno dei tre Oscars vinti (nel 1976 per Qualcuno volò sul nido del cuculo, nel 1984 per Voglia di Tenerezza e nel 1998 per Qualcosa è cambiato) come reggi cappello. Gli Oscar di Elizabeth Taylor, Susan Sarandon, Lionel Richie, Sean Connery, Jodie Foster e Kate Winslet invece condividono una sistemazione davvero assai insolita: il bagno di casa. La bella attrice inglese ha dichiarato allo show televisivo GMTV di aver sistemato la statuetta vinta l’anno scorso per il film The Reader nel proprio bagno perché annoiata dalla solita sceneggiata dei suoi ospiti che  si sentivano in dovere di toccare e stringere a sé l’Oscar.

Se Catherine Zeta-Jones, migliore attrice non protagonista per Chicago (2003), si affida alla tradizione riservando al bramato premio il posto d’onore che merita nella sua casa alle Bermuda. Gwyneth Paltrow è invece talmente terrorizzata dall’Oscar vinto nel 1999 per Shakespeare in Love che lo tiene nascosto in cantina. C’è poi chi ha preferito dar via la propria statuetta come Angelina Jolie che ha voluto regalare alla mamma Marcheline Bertrand l’Oscar vinto nel 2000 per Ragazze interrotte. La palma del più maldestro va a Marlon Brando. Vincitore di due premi Oscar, preferì rinunciare al secondo vinto con Il padrino per protesta a favore dei Nativi Americani. Mentre il primo assegnatogli per Fronte dal porto sembra sia svanito nel nulla anche se c’è chi giura lo usasse come fermaporta.

Enrica Raia

Russell Crowe al Colosseo con “i ragazzi”: chi sono i protagonisti della foto
Russell Crowe al Colosseo con “i ragazzi”: chi sono i protagonisti della foto
Kate Winslet e Bradley Cooper nella prossima commedia romantica di Susanne Bier
Robin Hood, un Russell Crowe guerriero per Ridley Scott
Robin Hood, un Russell Crowe guerriero per Ridley Scott
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni