Coco Chanel - Keira

Stiamo per apprezzarla in “Anna Karenina” di Joe Wright, in cui la ritroveremo alle prese con la trasposizione cinematografica del romanzo di Tolstoj, ma Keira Knightley sta facendo parlare molto di sé in questi giorni, per un altro motivo. Pare che lo spot del nuovo profumo Chanel “Coco Mademoiselle” che la vede protagonista, abbia urtato la sensibilità dell'Advertising Standard Authority (ASA), altresì detto, la censura inglese. In Inghilterra infatti, la pubblicità o meglio, un vero e proprio cortometraggio che la ritrae è stato definito “eccessivamente allusivo” e addirittura “sessualmente esplicito”. A dir la verità, lo spot in questione è del 2011 ed era stato trasmesso più volte sia in sala che in tv, ma in seguito a una lamentela da parte di un telespettatore che si è risentito per la pubblicità “eccessivamente evocativa» a cui aveva assistito durante la proiezione de “L'Era glaciale” il video è stato dichiarato troppo osè. L'ASA ha quindi deciso di non farlo trasmettere durante la fasce di programmazione televisiva indirizzata a un pubblico minorenne e le scene incriminate sembrerebbero quelle di (parziale) nudo in cui recita la Knightley. Queste sono state le parole dell'Advertising Standard Authority:

Abbiamo rilevato che il fotografo indugia nell'immortalare la Knightley che si spoglia ed è evidente che c'è una chiara allusione alla nudità dell'attrice sotto le lenzuola. Abbiamo inoltre rilevato che c'è un'esplicita tensione sessuale tra i due protagonisti dello spot e sembrano prossimi a baciarsi. Per questi motivi consideriamo la pubblicità adatta a un pubblico di ragazzini ma non di bambini.