18 Gennaio 2014
13:37

L’appello di Michele Placido a Sorrentino e Servillo: “Tornate a Napoli” (VIDEO)

“Se fossi napoletano, chiederei a Tony di tornare a Napoli a dirigere un teatro importante”, inizia così l’appello di Michele Placido, intervenuto al teatro Bellini di Napoli in un incontro con i giovani aspiranti attori partenopei.
A cura di Peppe Pace

Michele Placido ha incontrato gli studenti delle scuole di recitazione nel foyer del teatro Bellini, in compagnia del produttore Maurizio Marino e dell'assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. L'attore ha risposto alle domande degli studenti sul tema "Essere attori di cinema e teatro" e, commentando con entusiasmo la notizia della candidatura agli Oscar del film "La grande bellezza", ha lanciato un appello a Tony Servillo e al regista Paolo Sorrentino: "Se fossi napoletano, chiederei a Tony di tornare a Napoli per dirigere un teatro importante. Sorrentino è candidato all'Oscar, perché non collaborare con la propria città? Il nostro lavoro non è soltanto artistico, ma anche civile".

Michele Placido, di scena al Bellini insieme a Sergio Rubini fino al 19 gennaio con lo spettacolo "Zio Vanja" di Cechov, diretto da Marco Bellocchio, si è detto entusiasta di far parte della commissione che selezionerà i progetti che concorreranno ai due bandi dedicati al cinema e al teatro, attraverso i quali l'amministrazione comunale napoletana darà ai giovani una concreta opportunità di produzione nel settore cinematografico e teatrale, mettendo a disposizione un budget di 15 mila euro. "Essere volontario in questo progetto mi da una grande gioia, quando bisogna dare una mano bisogna mettersi a disposizione e avere senso civico".

Ode a Napoli da Servillo cittadino onorario
Ode a Napoli da Servillo cittadino onorario
156.176 di Peppe Pace
Roma aspetta Sorrentino in Campidoglio, Napoli risponde con un pastore
Roma aspetta Sorrentino in Campidoglio, Napoli risponde con un pastore
Napoli, Toni Servillo riceve la cittadinanza onoraria
Napoli, Toni Servillo riceve la cittadinanza onoraria
23.831 di Peppe Pace
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni