756 CONDIVISIONI
11 Novembre 2014
11:37

La demenza avrebbe spinto Robin Williams al suicidio

Secondo quanto anticipato da Tmz, Robin Williams si sarebbe suicidato spinto dai disturbi della demenza da corpi di Lewy.
756 CONDIVISIONI

Nei giorni in cui l'autopsia conferma il suicidio di Robin Williams, nuovi inquietanti retroscena emergono dalle possibili cause che avrebbero spinto l'attore a compiere l'estremo gesto. La redazione di TMZ dichiara oggi di essere in possesso, attraverso fonti vicine alla famiglia, di alcuni documenti che mostra come l'attore fosse alle prese con un male terribile, la demenza da corpi di Lewy. Si tratta di una malattia neurodegenerativa che nei sintomi e nelle dinamiche, viene spesso correlata alla morbo di Alzheimer o a quello di Parkinson, ma è molto più pericolosa. La demenza da corpi di Lewy è caratterizzata da depositi anomali di proteine fibrillari nel cervello, localizzate nei nuclei del tronco e della corteccia cerebrale. Oltre ai disturbi del movimento, sono molto comuni le allucinazioni sui pazienti che sarebbero in grado di vedere veri e propri oggetti fantasma, quali persone, cose o animali ed i pazienti spesso cercano di conversare con queste allucinazioni. La moglie di Robin Williams aveva dichiarato alle autorità, poco dopo la sua morte, che l'attore si era lamentato per le medicine che prendeva ed il modo in cui lo facevano sentire.

La depressione e quelle tracce di farmaci nel sangue

Gli esami condotti dai funzionari della contea di Marin hanno rivelato, come contenuto nell'approfondimento dell'Hollywood Reporter, che la morte di Robin Williams è sopraggiunta per asfissia da impiccagione. Nel suo corpo sono stati trovati antidepressivi, caffeina e tracce di levodopa, un farmaco che veniva utilizzato dall'attore proprio per combattere quello che, come reso noto ufficialmente alla stampa, era il morbo di Parkinson. Ma dopo le rivelazioni di Tmz, l'attore potrebbe davvero aver sofferto una forma di demenza peggiore di quella ipotizzata. Una battaglia sempre pericolosa quella che Robin Williams ha affrontato nel corso della sua vita, con la depressione che non è mai uscita dalla sua vita. Una battaglia che quando cercava di contrastarla con l'alcool, diventava ancora più distruttiva. Tra il 2010 e il 2013 l'attore era riuscito ad uscire dal tunnel della sua dipendenza, ma l'attore rientro in rehab a scopo precauzionale subito dopo che la CBS decise di cancellare la sua serie tv "The Crazy Ones".

756 CONDIVISIONI
I Griffin e la puntata del suicidio il giorno della morte di Robin Williams
I Griffin e la puntata del suicidio il giorno della morte di Robin Williams
Robin Williams - Monologo del Carpe diem
Robin Williams - Monologo del Carpe diem
197.225 di Spettacolo Fanpage
"Robin Williams era affetto da ansia e paranoia nel periodo pre suicidio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni