Oltre alle imprese di Dylan McKay in "Beverly Hills 90210", c'è un altro motivo per il quale in Italia Luke Perry ha visto crescere notevolmente la sua popolarità a metà degli anni Novanta. All'apice del successo dovuto al telefilm americano, l'attore prese infatti parte al cinepanettone "Vacanze di Natale '95", ambientato in Colorado e diretto da Neri Parenti con Christian De Sica nel ruolo di Renzo Proietti, Massimo Boldi in quello di Lorenzo Colombo e Cristiana Capotondi nei panni di sua figlia, Marta Colombo.

Quest'ultima, giovanissima allora, è una teenager del suo tempo letteralmente impazzita per il fenomeno planetario di "Beverly Hills 90210" e soprattutto per il sex symbol protagonista del telefilm, Luke Perry appunto. E come la favola del cerimoniale vuole, quella di Marta si trasforma in una vacanza da sogno quando incontra proprio Luke Perry, rimanendo senza parole in quella scena che si è in qualche maniera consegnata alla storia del cinema, in cui Luke Perry cammina a ralenty sulle note di No More I Love You (meglio nota come "Turuturututtuttù ah").

L'utlimo saluto di Cristiana Capotondi a Luke Perry

A poche ore dalla morte di Luke Perry, Cristiana Capotondi ha voluto ricordare l'attore e ringraziandolo. Il post su Instagram è molto semplice e privo di riferimenti diretti al film del 1995, una semplice foto del divo e un ellittico "Grazie Luke Perry R.I.P.". Ma l'effetto nostalgia si scatena nei commenti al suo post, in cui tutti, in particolare il pubblico femminile, tornano a quegli anni, ricordando l'attrice romana da ragazzina e ribadendo un sentimento mai sopito da allora, ovvero l'invidia provata nei suoi confronti per l'incredibile possibilità di incontrare Like Perry dal vivo.

Grazie Luke Perry 🙏🏻❤️ R.I.P.

A post shared by Cristiana (@cristianacapotondi) on

Il Telegatto a Luke Perry del 1995

Il 1995 è stato probabilmente l'anno di massima popolarità per il divo americano, che si ritrovò in Italia anche per ricevere, a nome di tutto il cast del telefilm, il Telegatto per la miglior serie dell'anno. Scene di panico in quell'occasione, con orde di adolescenti appostate all'esterno del teatro dove si svolgeva la cerimonia e la scelta di Corrado, allora conduttore, di premiare una ragazza a caso tra quelle in attesa. Valentina, questo il suo nome, ebbe la possibilità di abbracciare Perry per ben due volte, suscitando non meno invidia – su questo ci scommettiamo – di quanta ne avesse suscitata la Capotondi.