Spesso grazie ai social network accadono alcune cose impensabili fino a qualche anno fa. Ad esempio che un noto attore hollywoodiano venga a conoscenza di una ragazza rapinata di un peluche sul quale sono registrate le ultime parole della madre defunta e decida di prodigarsi, proprio attraverso i social network, per aiutare quella ragazza.

La casistica appare atipica, ma le cose sono andate proprio così. Il protagonista della vicenda è l'attore Ryan Reynolds, che ha deciso di partecipare, anche mettendo mano al portafogli, per aiutare Mara Soriano, una ragazza cui è stata scippata la borsetta nel West End di Vancouver: all'interno n iPad ma soprattutto un orsetto di peluche di quelli in grado di registrare i messaggi vocali.

L'inestimabile valore della refurtiva

Tra questi uno particolarmente prezioso, quello con le ultime parole della madre, morta l'anno scorso: "Ti voglio bene, sono fiera di te, sarò sempre con te". Da una rapina piuttosto ordinaria, quella a Mara si è trasformata in una storia dal valore inestimabile visto il peso emotivo che la sorregge e a quel punto è nata una vera e propria caccia all'orsetto di peluche, con la star di Deadpool che non ha avuto alcun problema a htwittare a riguardo offrendo anche una ricompensa: "Vancouver: 5'000 dollari a chi riporta questo peluche a Mara. Non sarà fatta nessuna domanda. Penso siamo tutti d'accordo che questo orsetto debba ritornare a casa sua". 

La ragazza ringrazia l'attore

Non poteva mancare il ringraziamento della stessa ragazza, che ha risposto via Twitter all'attore, commentando anche le critiche di chi le ha contestato di aver avuto poca attenzione per un oggetto di così grosso valore: "Non riesco a perdonarmelo, ma avevo appena ricevuto una chiamata che mi diceva che un caro amico era stato investito da una macchina e sono andata in panico… Al momento non sapevo come stesse, ho semplicemente lasciato tutto per chiamarlo".