Le Giornate Estive del Cinema di Riccione sono state l'occasione per fornire alcune preziose novità e anticipazioni su "L'immortale", il film tratto dalla serie tv "Gomorra" che si concentrerà su vicissitudini inedite di Ciro Di Marzio. Il personaggio interpretato da Marco D'Amore, nonostante la sua centralità nella trama, è morto ufficialmente alla fine della terza stagione, ma l'enorme successo di pubblico della serie targata Sky ha portato a un intero capitolo dedicato all'antieroe Ciro, addirittura pensato per il grande schermo e diretto dallo stesso D'Amore. Ecco tutte le notizie emerse a "Ciné", nel corso della presentazione dei listini di Vision Distribution. A partire dalla data d'uscita: "L'immortale" arriverà in sala il 12 dicembre 2019.

Le prime scene del film, ambientato tra Napoli e Riga

A Riccione sono state mostrate  in anteprima agli addetti ai lavori due scene del film, per ora non disponibili al pubblico (si noti che la clip che sta circolando in queste ore, diffusa da Vision, proviene in realtà da "Gomorra"). Nella prima si è visto Ciro Di Marzio e scoperto che parte del film è girata a Riga, in Lettonia. "Un'ambientazione che contrasta splendidamente con Napoli", ha dichiarato il produttore Riccardo Tozzi. L'altra clip ha mostrato una scena dell'infanzia di Ciro nella città partenopea: Tozzi e Nicola Maccanico di Vision Distribution hanno chiarito che "L'immortale" non sarà né un prequel né un sequel ma piuttosto un "midquel" parallelo a "Gomorra", che spiegherà le ragioni dietro il soprannome di Di Marzio.

L'immortale diverso da Gomorra, ma Ciro è ancora vivo?

Tozzi ha inoltre svelato che il film sarà molto diverso dalla serie perché avrà un respiro totalmente cinematografico: "Con tutto il rispetto per la qualità della serialità italiana che oggi è altissima, il cinema resta qualcosa di radicalmente diverso". "L'immortale" e "Gomorra" restano comunque due prodotti inscindibili, ed ecco il particolare più interessante: i fan di "Gomorra" dovranno vedere per forza "L'immortale", prima di guardare la quinta stagione. Il film farà da collegamento tra la quarta annata e la prossima, strettamente connesso agli eventi che vedremo nei nuovi episodi del 2020. Ovviamente, la domanda del pubblico è una sola: dunque, Ciro è vivo o morto? La risposta di Tozzi e Maccanico è stata enigmatica e ironica: "Possiamo dirvi che Ciro era vivo prima di morire". Il mistero permane, e sarà risolto soltanto a dicembre.