Antonello Viglino è il quasi 65enne che ha travolto con la sua auto George Clooney in Sardegna. La vicenda è diventata di dominio pubblico, sebbene si sia risolta, per fortuna, senza drammi. Secondo quanto racconta il Corriere, Viglino si stava recando al lavoro quando è avvenuto il famoso scontro. Termoidraulico e nonno, doveva imbarcarsi alle 8 verso l’isola di Tavolara dove era atteso per lavori di manutenzione a una villa.

Il video che mostra l’impatto

Un video pubblicato dal Corriere mostra il momento dell’impatto tra la motocicletta a bordo della quale viaggiava Clooney e la station wagon di Viglino. Sono le 7.45 circa del 10 luglio quando l’attore a bordo della sua moto e accompagnato da una guardia del corpo su un’altra moto, percorre l’incrocio per la Marina di Costa Corallina. Antonello si trova al medesimo incrocio nello stesso momento e, quando prova ad accennare una svolta a sinistra, il centauro gli piomba addosso. L’uomo si è precipitato fuori dall’auto per aiutarlo, terrorizzato dalla violenza dell’impatto. Quando gli uomini della scorta gli hanno tolto il casco, si è spaventato. “Hai messo sotto Clooney” gli ha detto uno di loro, che di fronte all’espressione interrogativa dell’uomo, ha aggiunto :“Clooney… l’attore… quello che gira il film all’aeroporto”.

Il divo non ha riportato gravi ferite

Per fortuna, il tutto si è risolto senza drammi. Trasportato in ambulanza e in codice giallo al vicino pronto soccorso, Clooney è stato dimesso subito. Ha riportato solo qualche lieve contusione e un modesto trauma al ginocchio. È stato il casco a proteggergli la testa, evitando il peggio. Viglino ha commento sconvolto quei momenti: “Non ci ho visto niente avevo il sole sugli occhi, stavo per girare, ho superato di poco la linea. Sono sconvolto. Non me la sento di andare a lavorare”. Poco dopo ha chiesto un passaggio a un amico e si è chiuso in casa a smaltire gli eventi della giornata. Non sono ancora chiare eventuali responsabilità. Il video mostra chiaramente l’impatto ma saranno le autorità, eventualmente, a stabilire la dinamica dell’accaduto. Di certo si sa solo che dopo l’incidente Clooney era a terra ma lucido, tanto che ha provato a trascinarsi con le braccia al lato della carreggiata per evitare di essere investito. Gianni Visciano, uno dei testimoni, ha dichiarato: “Gridava e quando l’uomo della scorta gli ha tolto il casco, sembrava non potesse muovere le gambe e si teneva la testa”.

Viglino spera di rivedere Clooney

Viglino ha raccontato l’accaduto al suo datore di lavoro, cui ha fatto sapere di voler rivedere Clooney per sincerarsi circa le sue condizioni di salute: “Mi hanno detto che era ricoverato, volevo andare a trovarlo ma quando stavo per uscire ho saputo che l’avevano già dimesso. Lo cercherò ancora e se vorrà ricevermi…”. Per il momento, il divo non ha rilasciato alcuna dichiarazione. È tornato nella villa di Puntaldìa dove si appoggia insieme alla moglie Amal Alamuddin e ai suoi gemelli. Proprio la donna si è precipitata in ospedale appena appreso l’incidente. Per evitare la ressa di fotografi e curiosi, i due sono stati fatti uscire poco dopo da un’uscita defilata.