Il mondo del cinema lo ricorda come il bambino prodigio star di "Mamma ho perso l'aereo". Oggi Macaulay Culkin, a breve 40 anni, ha detto addio da tempo alla sua carriera da attore iniziata ad appena 10 anni, ma ha conservato non poche conoscenze nel mondo di Hollywood e della musica. Tra queste, c'è stata l'amicizia con Michael Jackson, un rapporto che ai tempi destò non pochi sospetti. Nella sua prima intervista a distanza di anni, Culkin è tornato a smentire le voci su possibili violenze che il giovane attore ai tempi potrebbe aver subito. Nessuna violenza, ha ribadito al magazine americano Esquire.

Non mi ha mai fatto niente. Non l'ho mai visto fare nulla del genere. E, soprattutto in questo momento, non avrei motivo per dire una bugia. Ormai è morto…Non dirò che è alla moda o qualcosa del genere, ma sicuramente questo è un buon momento per parlare. E se avessi qualcosa da dire lo farei sicuramente.

L'amicizia con Michael Jackson

Si erano incontrati quando lui lavorava per ‘George Balanchine – Lo Schiaccianoci' e il re del pop faceva visita sul set insieme a Donald Trump. Fu allora che tra Jackson e il giovane Culkin nacque un legame speciale durato fino alla scomparsa dell'artista, quel 25 giugno 2009, e con la figlia Paris di cui è diventato padrino. Hanno persino un tatuaggio in comune. Nonostante i rumors si fossero scatenati sull'ipotesi che il giovane potesse aver subito forme di violenza da parte di Michael Jackson, lui lo ha sempre difeso e ha definito il loro rapporto "legittimo" e nient'altro che affettuoso. Culkin ha precisato che l'artista è stato a lungo il suo migliore amico: alla pop star piaceva in effetti sentirsi bambino e stare insieme ai più piccoli, ma lui si è sempre detto pronta a giurare di non aver mai visto da parte sua comportamenti sospetti. Culkin ha anche testimoniato in sua difesa nel 2005, quando il cantante finì sotto processa con l'accusa di aver molestato un ragazzino di 13 anni che aveva il cancro. Quella fu l'ultima volta che si sono parlati, racconta l'attore. Si sono incontrati nella toilette, la pop star lo ha guardato e ha detto: "Meglio che non parliamo, non vorrei influenzare la tua testimonianza". Sono scoppiati a ridere.

Il provino per "C'era una volta a…Hollywood" fu un disastro

Ad ogni modo la sua è stata un'adolescenza difficile, con un padre ritenuto violento e il brutto giro delle droghe. "Non sarei la persona che sono oggi se non fossi incappato nella droga nella mia vita", ha raccontato Culkin ad Esquire. Toccare il fondo per rialzarsi quindi, ma con il cinema sembra aver chiuso per sempre. Dopo 8 anni fermo, Macaulay Culkin ha partecipato ai provini per il film di Tarantino "C'era una volta a…Hollywood":

E' stato un vero disastro. Non mi sarei assunto neanche da solo. Sono comunque terribile in genere nel fare i provini e questa è stata la mia prima audizione in circa otto anni.

Oggi sembra aver scelto la sua vita privata e si è detto felice insieme alla moglie e attrice Brenda Song, con la quale stanno cercando di avere un bambino.