25 Dicembre 2016
17:31

Massimo Boldi: “Christian De Sica non mi deve 300 mila euro, smentisco categoricamente”

Massimo Boldi ha chiarito che le dichiarazioni che ha rilasciato alla trasmissione radiofonica ‘La Zanzara’, erano frutto di uno scherzo.
A cura di Daniela Seclì

Nei giorni scorsi, la trasmissione radiofonica ‘La Zanzara' ha mandato in onda un'intervista, nella quale Massimo Boldi sembrava dichiarare che Christian De Sica gli dovesse dei soldi. In particolare si parlava di 350 mila euro (vedi video in alto).

In queste ore, però, l'attore ha smentito quelle parole, precisando che si trattava solo di uno scherzo. In un post affidato al suo profilo Instagram, ha scritto:

"Smentisco categoricamente che Christian De Sica mi deve 300.000 euro. Colpa de la Zanzara di Radio24, che parlando in diretta, mi ha tirato uno scherzo. Mi scuso per loro, Massimo Boldi".

La reazione di Christian De Sica

Subito dopo l'intervista rilasciata a Radio24, Christian De Sica era intervenuto per chiarire di non dovere alcuna somma di denaro al collega Massimo Boldi. In un'intervista rilasciata al TG Zero di Radio Capital ha dichiarato:

"Gli devo 300mila euro? L'età avanza… Secondo me si sbaglia. Tornare con Massimo? Sarebbe una minestra riscaldata. Quando se n'è andato mi ha messo nei guai, poi dopo grazie a Dio mi è andata bene. Rimettersi insieme sarebbe come quando Bud Spencer tornò con Terence Hill per Botti di Natale e andò male… l'unica cosa che potremmo fare sarebbe I Ragazzi Irresistibili. Se gli voglio ancora bene? Ma certo, le risate più grandi me le sono fatte con lui".

A post shared by Massimo Boldi (@massimoboldi) on

Christian De Sica:
Christian De Sica: "Devo 300mila euro a Massimo Boldi? L'età avanza, si sbaglia"
Boldi:
Boldi: "De Sica mi manca. Tra noi nessuna lite, solo una separazione professionale"
Massimo Boldi scrive a De Sica:
Massimo Boldi scrive a De Sica: "Vorrei lavorare ancora con te, ma tua moglie Silvia ci tiene lontani"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni