9 Giugno 2011
18:13

Michael J. Fox, l’eterno liceale compie cinquant’anni

Il viaggiatore nel tempo più famoso del mondo compie cinquant’anni, ecco un piccolo omaggio alla sua carriera, costellata da momenti di gloria e momenti difficili.
A cura di Lucilla Nele
Michael J. Fox

Cinquant’anni fa nasceva Michael J Fox.

La sua carriera di attore comincia a soli quindici anni, nella serie televisiva “Leo and me”, per poi proseguire a Los Angeles tre anni dopo, quando il produttore Ronald Shedlo lo fa esordire con la produzione televisiva “Letters from Frank”.

Il vero successo, però, arriva per Michael quando debutta da protagonista nell’amatissima, oltreoceano e non, serie tv “Casa Keaton”, in cui veste i panni di Alex, il primogenito, nella prima serie appena diciassettenne e grande appassionato di economia e finanza.

Dopo la partecipazione nel 1980  ad una produzione Disney di scarso successo, “Follia di Mezzanotte”,  arriva il momento più prospero della carriera di Michael con l’interpretazione che lo renderà celebre: quella del liceale Marty Mc Fly nel popolarissimo e pluripremiato film – icona “Ritorno al futuro” , primo episodio della trilogia omonima, di Robert Zemeckis,  prodotto, tra gli altri, da Steven Spielberg. Lo stesso anno, inoltre, arriva nelle sale la commedia "Voglia di vincere".

La sua corsa verso il futuro, però, rallenta quando nel 1991, durante le riprese di “Doc Hollywood”, si verifica qualcosa di scioccante: Michael si accorge che le mani gli tremano senza controllo ed i medici, ai quali successivamente si rivolge, gli diagnosticano  il morbo di Parkinson  a soli  trent’anni, notizia che diventerà di dominio pubblico solo nel 1998.

La sua carriera da attore, però, va avanti, con forza e tenacia: nel 1996 compare sul grande schermo nel film “Sospesi nel tempo”, di Peter Jackson, e con un breve cameo nel film “Mars Attacks”, di Tim Burton.

E’ solo nel 2000, a seguito dell’aggravarsi della sua malattia, che Michael è costretto a ritirarsi dalla serie tv “Spin city”, nella quale vestiva i panni del protagonista vice – sindaco Mike Flaherty,  passando il testimone a Charlie Sheen.

A questo punto della sua vita, nella speranza di poter trovare una cura per il morbo di Parkinson, e per tutte le altre malattie debilitanti, l’instancabile attore diventa un attivista a tempo pieno a favore della ricerca sulle cellule staminali, creando la  Michael J. Fox Foundation for Parkinson’s Research,

Il 27 ottobre 2010, in occasione del 25° anniversario dell’uscita del film “Ritorno al futuro”, la pellicola è stata proiettata in alcune sale italiane e del mondo in versione rimasterizzata in Digitale 2k e Audio 5.1. Per la stessa occasione Michael J. Fox si è calato di nuovo nei panni di Marty Mc Fly, girando un nuovo trailer del film e annunciando la partecipazione agli Scream Awards del 2010.

http://www.youtube.com/watch?v=k7MfZ7QSrw0&feature=related

Nel trailer Michael potrà sembrare adulto ormai, provato, segnato da un percorso faticoso, ma ai nostri occhi appare sempre il liceale dall’espressione ironica e scanzonata di “Ritorno a futuro”, il Marty dei dialoghi interminabili con l’indimenticabile “Doc” Emmet Brown, il Marty dalle corse nel tempo a bordo della mitica Delorean, immagini, queste, diventate pietre miliari del cinema e amate indiscutibilmente da qualsiasi generazione. Auguri Michael!

L'abbraccio di Michael J. Fox e Christopher Loyd:
L'abbraccio di Michael J. Fox e Christopher Loyd: "Mia madre non voleva che facessi Ritorno al futuro"
Michael J. Fox commosso per l'Oscar:
Michael J. Fox commosso per l'Oscar: "Mi fate tremare", l'ironia sul Parkinson conquista la platea
J-Ax compie 50 anni, i festeggiamenti con il figlio Nicolas e gli auguri di Fedez
J-Ax compie 50 anni, i festeggiamenti con il figlio Nicolas e gli auguri di Fedez
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni