Morta l'attrice Lee Fierro, volto noto del cinema americano e famosa soprattutto per la sua partecipazione al film Lo Squalo. Aveva 91 anni e, riportano le fonti di stampa estera, aveva contratto il Coronavirus. Lee Fierro, che al momento della morte si trovava in una casa di riposo in Ohio, oltre ad aver avuto molti ruoli al cinema davanti alla macchina da presa, è stata anche e soprattutto un'insegnante di recitazione. Supporter del l'Island Theatre Workshop per più di 40 anni, un periodo che ha vissuto da residente della Martha's Vineyard, isola del Massachusetts vicina alla costa meridionale di Cape Cod. Lee Fierro ha svolto proprio all'Island Theatre Workshop il suo ruolo di docente.

Il ruolo ne Lo Squalo

Resta memorabile la sua partecipazione a Lo Squalo, film rivelazione del 1975, diretto da Steven Spielberg, in cui ebbe una parte certamente laterale, ma molto significativa e scolpita nei ricordi degli appassionati della pellicola. Interpretava il ruolo della madre di Alex Kintner (Jeffrey Voorhees), una delle vittime dello squalo. È proprio lei, in una scena memorabile per i tanti appassionati del film di Spielberg, a piangere il suo ragazzo scomparso prematuramente, scegliendo di recarsi dallo sceriffo Brody, interpretato da Roy Scheider, colpevole di non essere stato sufficientemente premuroso da prevenire quella morte, essendo al corrente della morte di un'altra ragazza per effetto dell'attacco di uno squalo.  In lacrime, la donna schiaffeggia l'agente: "Sapevi che era pericoloso, ma hai lascia che le persone nuotassero lo stesso. Sapevi tutte queste cose eppure il mio ragazzo è morto, e non c'è niente che tu possa fare. Mio figlio è morto. Volevo che lo sapessi." Quella nel film del 1975 non è stata l'unica apparizione cinematografica di Lee Fierro, che tra l'altro aveva preso parte anche a Lo Squalo 4 – La vendetta, film del 1987, non più diretto da Spielberg ma da Joseph Sargent.